CASE Construction Equipment ha presentato la 12EV, una pala gommata compatta elettrica che dimostra l’impegno di CASE per le applicazioni sostenibili e le soluzioni a combustibile alternativo. Questa nuova pala offre ai clienti una scelta più ampia, per aiutarli a raggiungere gli obiettivi di riduzione delle emissioni di CO2 e di eco-efficienza, garantendo produttività e sostenibilità.

La pala gommata compatta elettrica può operare in aree ristrette, nell’edilizia residenziale, nello scavo di gallerie e in ambienti sensibili, come l’agricoltura e l’orticoltura, l’edilizia urbana e le aree che richiedono un funzionamento silenzioso, come l’edilizia residenziale, gli ospedali e durante il lavoro notturno.

La 12EV offre prestazioni uguali o migliori rispetto a un modello diesel delle stesse dimensioni. Il caricatore da 3,8 tonnellate vanta la stessa potenza della sua controparte diesel e, con un pacchetto di batterie agli ioni di litio senza cobalto da 23 kWh, la macchina ha un carico utile con forche per pallet di 1,15 tonnellate. Con motori elettrici separati per alimentare la trasmissione e l’impianto idraulico del braccio, il caricatore offre una risposta più rapida ai comandi.
I costi di manutenzione giornaliera sono ridotti, poiché non ci sono motore o fluidi da controllare, mentre le batterie non richiedono manutenzione e le vibrazioni sono inferiori rispetto ai modelli diesel.

La batteria da 23 kWh fornisce alla 12EV un’autonomia operativa da tre a sei ore, a seconda dell’applicazione. Viene fornito con un caricabatterie standard da 230 V, che può ricaricare la batteria durante la notte, o con un caricabatterie rapido opzionale da 400 V che richiede solo un’ora per portare la batteria dal 20 all’80%. Una ricarica all’ora di pranzo consentirebbe di utilizzare il 12EV per tutto il giorno in molte situazioni.

La macchina utilizza due motori elettrici per fornire la forza motrice. Un motore da 17 kW fornisce la trazione agli assali, mentre un motore da 22 kW alimenta il sistema idraulico per i bracci del caricatore e il cilindro della benna. Sono disponibili tre modalità di funzionamento – Risparmio energetico, Standard e Power – che consentono all’operatore di adattare la macchina all’attività da svolgere, per prolungare la durata della batteria. Una quarta modalità è completamente personalizzabile dall’operatore, che può così selezionare la risposta desiderata e adattare il consumo di energia al cantiere.

La 12EV è il terzo modello elettrico a batteria di CASE Construction Equipment, dopo l’introduzione dei mini-escavatori CX15EV e CX25EV. Con un peso rispettivamente di 1,5 e 2,5 tonnellate, questi due escavatori compatti sono alimentati da pacchi batteria da 21,5 kWh e 32,3 kWh, che garantiscono un funzionamento autonomo per l’intero turno. Il CX15EV utilizza un motore da 11 kW, mentre la macchina più grande ha una potenza nominale di 25 kW. Questi motori azionano una pompa a ingranaggi elicoidali a bassa rumorosità e un sistema idraulico load-sensing nel modello più piccolo, mentre il mini-escavatore più pesante utilizza una singola pompa a portata variabile load-sensing. Il sistema di controllo è a tre modalità, con impostazioni Eco, Standard e Power.

Con un caricatore rapido esterno trifase da 380 V, è possibile ricaricare in circa 1,5 ore. Utilizzando un’alimentazione domestica convenzionale a 230 V, è possibile ricaricare in circa 9 ore. Per il resto, il CX15EV e il CX25EV funzionano come i più recenti mini-escavatori CASE della Serie D.

Grazie alle migliori prestazioni rispetto a una macchina diesel convenzionale e ai vantaggi del funzionamento a emissioni zero, le pale e i mini-escavatori elettrici CASE offrono una visione del futuro delle macchine edili compatte, aiutando i clienti a rispettare le loro responsabilità aziendali ora e negli anni a venire.

In primo piano

Articoli correlati

mtu per la difesa terrestre

Un 10 cilindri e una piattaforma ibrida. Questo è il contributo all’innovazione della catena cinematica per l’off-highway e per le istanze di sicurezza militare di mtu all’Eurosatory di Parigi. Il top di gamma della Serie 199 si spinge fino a 1.100 chilowatt

AGCO e Breganze. Un fior fior di fabbrica

Nel 2018 ETS ci spiegò gli interventi a supporto della linea di produzione delle Ideal, equipaggiate dal MAN D38. Ora i colleghi di Trattori ci raccontano un mondo intero. Quello di Breganze