Deutz ha annunciato un’ulteriore pietra miliare nel riposizionamento del proprio portafoglio nell’ambito della strategia Dual+: Torqeedo, il produttore leader mondiale di motori fuoribordo ed entrobordo, sarà venduto a Yamaha Motor.

Nel 2017, Deutz ha acquisito lo specialista di azionamenti elettrici per barche al fine di accelerare la propria strategia di elettrificazione per i principali segmenti di clientela (in particolare macchine edili, macchine agricole e attrezzature per la movimentazione dei materiali) ed espandere la tecnologia e la posizione di leadership di mercato di Torqeedo nell’elettromobilità marina. Negli ultimi anni Deutz ha costruito con successo un portafoglio di motori elettrici.

Il trasferimento tecnologico, che era l’obiettivo iniziale che perseguivamo al momento dell’acquisizione di Torqeedo, è stato raggiunto. In termini di conoscenza del mercato e opzioni di scalabilità, altri partner sono ora più adatti per Torqeedo nel suo percorso futuro. Siamo lieti di aver trovato un partner così strategico in Yamaha”, afferma Sebastian C. Schulte, Ceo di Deutz. “Per Torqeedo, il cambiamento che ne deriva è una grande opportunità. Per Deutz si tratta di un passo importante verso il riposizionamento della nostra divisione green. Per fare ciò, dobbiamo allineare sistematicamente i nostri sforzi di sviluppo con il mercato e le esigenze dei nostri clienti. Solo allora saremo in grado di guadagnare con i nostri prodotti ecologici e costruire un ecosistema verde redditizio”.

Deutz aveva già annunciato l’intenzione di trovare un proprietario migliore per Torqeedo in occasione dell’Assemblea generale annuale dello scorso aprileCon Yamaha come nuovo proprietario, Torqeedo avrà accesso a una rete di distribuzione più ampia e a una rete di assistenza globale. Allo stesso tempo, Torqeedo aiuterà Yamaha a portare avanti la trasformazione della tecnologia di trasmissione marina e a sfruttare le sinergie della catena di fornitura.

Con circa 230 dipendenti, Torqeedo ha generato nei primi nove mesi dell’anno finanziario 2023 un fatturato di circa 35 milioni di euro. L’accordo è soggetto alle consuete approvazioni normative. La chiusura è prevista per la fine del primo trimestre del 2024. Si prevede che i proventi della vendita, un importo più elevato in milioni di euro a due cifre, si tradurranno in un utile contabile inferiore a due cifre in milioni di euro nel bilancio di Deutz per 2024.

In primo piano

Articoli correlati

AS Labruna al Nauticsud 2024 con il gozzo a idrogeno

Grande novità al Nauticsud quest’anno. AS Labruna si conferma leader dell’innovazione in campo nautico presentando Futura II e Solemio, interpretando il tradizionale gozzo napoletano in chiave green, con un esemplare elettrico alimentato a idrogeno.