Saranno molti i temi trattati a Futurmotive – Expo and Talks, il nuovo evento organizzato da Autopromotec dal 16 al 18 novembre presso il Quartiere Fieristico di Bologna, rivolto a costruttori, componentisti, distributori e buyers.

Una serie di percorsi espositivi dedicati alle nuove tecnologie e servizi strategici per una transizione energetica sostenibile sotto il profilo ambientale, economico e di comunità, per comprenderne le sfide ed esplorare i nuovi modelli di business nel settore automotive.

L’evento si svolgerà in concomitanza con E-Charge, la manifestazione dedicata all’industria della ricarica dei veicoli elettrici, delle infrastrutture e della mobilità elettrica, organizzata da A151, in programma il 16 e 17 novembre sempre presso il quartiere fieristico di Bologna.

La nuova sinergia tra E-Charge e Futurmotive rafforzerà l’offerta di entrambi gli eventi: la proposta di E-Charge, incentrata sul mondo della produzione e distribuzione di sistemi di ricarica per veicoli elettrici e rivolta a tecnici, installatori, progettisti, fornitori di servizi, amministrazioni pubbliche, utilities, investitori e utilizzatori finali si integra con i settori ed il pubblico a cui si rivolge Futurmotive. Il nuovo evento di Autopromotec, sarà infatti il contenitore ideale per favorire la veicolazione di informazioni e la presentazione di soluzioni, tecnologie e prodotti innovativi relativi alla generazione di materiali ed energie, alle infrastrutture e città intelligenti, alla interconnessione uomo-macchina per la manutenzione dell’auto computerizzata e alla transizione energetica sostenibile sia da un punto di vista economico, ecologico e sociale, in un processo in grado di assicurare, al contempo, la sicurezza degli approvvigionamenti alle case automobilistiche.

Futurmotive: esposizione fieristica & networking

Durante i tre giorni di apertura, Futurmotive – Expo and Talks riunirà le aziende partecipanti in uno spazio espositivo di circa 25 mila metri quadri, mettendo in mostra una gamma completa di novità tecnologiche e soluzioni per affrontare le sfide globali nel mondo automotive, in un format progettato per favorire l’efficace interazione tra aziende, istituzioni e opinion leader di settore. Le principali merceologie interessante saranno i sistemi di alimentazione alternativa, la componentistica, le attrezzature, i pneumatici e i nuovi materiali; ampio spazio sarà inoltre dedicato al tema del remanufacturing e alle innovazioni legate al mondo della connettività e alle reti di assistenza e autoriparazione.

“Quello che stiamo attraversando nel settore automotive e più in generale in quello della mobilità è un cambio di paradigma destinato a riconfigurare l’intero comparto. Si tratta di una transizione complessa, dal punto di vista ecologico, industriale e sociale, che deve essere affrontata in termini scientifici, guardando con il medesimo interesse a tutte le nuove tecnologie in campo. Proprio per questo, Futurmotive – Expo and Talks si rivolge all’intera filiera della mobilità – case auto e settore aftermarket, ma anche produttori di energia e reti di distribuzione, carburanti alternativi, pneumatici per l’auto elettrica, materiali alleggeriti e molto altro. Quello di novembre sarà un appuntamento internazionale catalizzatore per il 2023, con ampio spazio dedicato al networking con buyers internazionali di alto profilo”, commenta Renzo Servadei, Amministratore Delegato di Autopromotec.

I convegni

Sul palco di Futurmotive si alterneranno innovatori, tecnologi e istituzioni per tracciare le nuove rotte della sostenibilità energetica: centrali di nuova generazione, carburanti alternativi e approvvigionamento di materie prime, ma anche infrastrutture e città intelligenti, interconnessione uomo-macchina per la manutenzione dell’auto computerizzata, gestione dei big data, cybersecurity e trasformazione dei modelli di business e del mercato del lavoro.

In primo piano

Le scelte sostenibili di AS Labruna

In occasione del Metstrade a novembre, abbiamo fatto una chiacchierata con Massimo Labruna, Ceo di AS Labruna, sui nuovi prodotti, allargando poi il discorso alle scelte che l’azienda ha intrapreso in direzione di una sempre maggiore sostenibilità.

Benvenuta, POWERTRAIN!

DIESEL cambia nome: da gennaio si chiamerà POWERTRAIN. Ciò non significa cancellare la parola diesel dalla nostra agenda e dalle nostre priorità, ma rispecchia la volontà della rivista (e del sito) di accompagnare i lettori nell’affascinante fase a cui stiamo assistendo, quella della transizione ene...

Articoli correlati