Una popolazione di 260 mila persone, oltre a numerosi ettari di campi, dipendono dall’impianto di purificazione delle acque reflue della nuova città di Ali Mendjeli, nell’Algeria nordoccidentale poco distante da Constantine. L’impianto consente di riutilizzare acque di scarico, liberando da impurità ben 4.200 metri cubi d’acqua ogni ora. Per evitare ogni possibile disguido, il ministro dell’ambiente algerino ha previsto l’installazione di un generatore Himoinsa motorizzato Mitsubishi.

48 ore di operatività senza interruzioni

L’Htw-1530 T5 (questo è il nome del modello scelto dal ministero tramite il Sice, membro del gruppo Actividades de Construcción y Servicios) è in grado di fornire fino a 1660 kVA di potenza in standby. Importante è l’autonomia: il genset è in grado di lavorare continuativamente per 48 ore grazie a un serbatoio supplementare esterno da 20mila litri. Per garantire un funzionamento il più possibile liscio e privo di scossoni, il genset Himoinsa è equipaggiato con un impianto di ridondanza che si occupa di trasferire il carburante dal serbatoio esterno al motore.

Ciò che conta è l’assistenza

«Avere un servizio locale per la manutenzione e le riparazioni è estremamente importante. Le macchine lavorano continuamente, perciò abbiamo bisogno che siano in condizioni perfette» ha affermato Azeddine Yekhlef, direttore regionale del ministero algerino. Il responsabile dell’ambito infrastrutture idrauliche del Sice Javier Vecino ha commentato: «Abbiamo scelto Himoinsa perché avevamo bisogno di un generatore di prima classe, con un motore a combustione, e un servizio presente sul territorio già apprezzato dal cliente».

In primo piano

Articoli correlati

Data Centre Nation Milan 2024

Data Center Nation di Milano è considerato l'evento più importante per il settore dei data center in Italia. Abbiamo visto Isotta Fraschini Motori, Cummins e Rolls-Royce Power Systems