H2-Industries, azienda attiva nella generazione di idrogeno e soluzioni di stoccaggio dell’energia, ha firmato un protocollo d’intesa con lo sviluppatore svizzero di progetti integrati di energia rinnovabile, Terra Sola Group. L’accordo supporta lo sviluppo di Terra Sola di programmi di energia solare integrati su larga scala per Paesi selezionati in tutta l’Africa utilizzando la tecnologia dei vettori di idrogeno organico liquido (Lohc) di H2-Industries che fornisce soluzioni tecnologiche per lo stoccaggio e il rilascio di energia elettrica per l’esportazione, l’uso come materia prima industriale locale o per la stabilizzazione della rete e/o la disponibilità di energia off-grid.

La cooperazione multimilionaria ha lo scopo di accelerare la transizione delle industrie locali verso le energie rinnovabili, guidare l’elettrificazione e promuovere lo sviluppo socio-economico in alcuni Paesi.

Terra Sola Group riunisce partner finanziari, tecnologici e di sviluppo per creare centrali fotovoltaiche su larga scala, principalmente in Medio Oriente e in Africa, dove c’è un’elevata domanda di energia. Oggi Terra Sola, attraverso il suo braccio di sviluppo con sede in Algeria, Terra Sola PV Production Algérie, è attiva in più di 17 Paesi africani con una pipeline di progetti combinati di oltre 10 GW di capacità solare installata, combinata con vari vantaggi socio-economici per i paesi ospitanti, come l’istruzione e programmi per la creazione di posti di lavoro e la localizzazione della produzione industriale e il trasferimento delle conoscenze.

La tecnologia H2-Industries

La tecnologia H2-Industries Lohc svolge un ruolo fondamentale in questi programmi integrati grazie ai suoi vantaggi tecnologici ed economici unici. Con la sua tecnologia innovativa, H2-Industries può convertire l’energia da energie rinnovabili (solare, eolica, idroelettrica) in idrogeno, stoccarla e trasportarla in Lohc e quindi rilasciarla per la produzione di energia (tramite celle a combustibile) in qualsiasi luogo o per l’uso diretto in settori dell’industria e/o della mobilità, on-grid o off-grid.

Siamo appena tornati dalla Cop27 in Egitto, dove l’importanza della transizione del settore energetico globale è stata sottolineata da un drammatico invito all’azione. Insieme a Terra Sola Group concentreremo la nostra attenzione sul dare a Paesi in via di sviluppo selezionati l’accesso all’energia pulita tanto necessaria che contribuirà a rafforzare il loro sviluppo economico a lungo necessario, dando il loro contributo agli obiettivi globali di emissioni Net-Zero. La transizione verso un’energia pulita è un’opportunità irripetibile per l’Africa, un’opportunità per ridurre la povertà e aumentare il potenziale di crescita”, ha affermato Michael Stusch, Ceo di H2-Industries.

L’Africa oggi è l’epicentro della crisi climatica globale, contribuisce meno al riscaldamento globale, ma sta subendo l’impatto maggiore del cambiamento climatico. Allo stesso tempo, l’Africa non ha solo un bisogno imminente di sviluppo industriale, ma ha bisogno di migliorare il tenore di vita della popolazione del continente. La disponibilità di energia è fondamentale per lo sviluppo futuro dell’Africa”, ha affermato David F. Heimhofer, presidente di Terra Sola Group.

A Terra Sola, e in particolare al nostro hub africano in Algeria, comprendiamo che i Paesi africani presentano una promettente combinazione di risorse, posizioni favorevoli e amministrazioni impegnate, posizionando il continente come un luogo ideale per generare energia rinnovabile e per diventare il potenziale hub per l’economia globale basata sull’idrogeno. L’accordo di oggi segna il passo successivo per Terra Sola dopo aver già firmato diversi accordi, insieme a H2-Industries, per facilitare e accelerare questo sviluppo nei nostri Paesi partner”, ha dichiarato Belkacem Haouche, direttore generale di Terra Sola Algérie PV Production.

Diversi piani di progetto sono attualmente nelle fasi finali di negoziazione con le rispettive autorità governative dei mercati di riferimento. L’attuazione del primo avvio del progetto è prevista per il primo trimestre del 2023.

In primo piano

Le scelte sostenibili di AS Labruna

In occasione del Metstrade a novembre, abbiamo fatto una chiacchierata con Massimo Labruna, Ceo di AS Labruna, sui nuovi prodotti, allargando poi il discorso alle scelte che l’azienda ha intrapreso in direzione di una sempre maggiore sostenibilità.

Benvenuta, POWERTRAIN!

DIESEL cambia nome: da gennaio si chiamerà POWERTRAIN. Ciò non significa cancellare la parola diesel dalla nostra agenda e dalle nostre priorità, ma rispecchia la volontà della rivista (e del sito) di accompagnare i lettori nell’affascinante fase a cui stiamo assistendo, quella della transizione ene...

Articoli correlati

Re Willem-Alexander inaugura il nuovo impianto di batterie Eleo a Helmond

Il re Willem-Alexander dei Paesi Bassi ha tenuto la cerimonia di apertura del nuovo impianto di batterie di Eleo a Helmond. Di fronte a più di 250 ospiti presso l’Automotive Campus di Helmond, il re ha utilizzato un escavatore elettrico per svelare il primo modulo batteria prodotto dallo stabiliment...
News