Viene consegnato a Stoccolma ma non è il Nobel. Di cosa si tratta? Dello Swedish Steel Prize, ça va sans dire. Scherzi a parte, la consegna dell’edizione 2017 dell’onorificenza è sempre più vicina: nel novero dei papabili compare anche Kiruna Wagon col suo sistema di vagoni ribaltabili. La tecnologia innovativa messa in campo dall’azienda svedese risponde al nome di Helix Dumper, e offre una soluzione altamente resistente ed efficiente nell’ambito dei vagoni minerari. Non resta che attendere l’11 maggio quando a Stoccolma gli allori del premio promosso da Ssab, un’ambita onorificenza nel contesto della tecnologia ingegneristica e dell’industria siderurgica.

Carica di più e scarica più velocemente

L’Helix Dumper è un vagone a struttura leggera con un elevato carico utile e un’ingegnosa soluzione che ha una velocità di scarico di 25.000 tonnellate all’ora, pari a due volte quella di altri sistemi. Raggiungere le 100 tonnellate di capacità di carico senza pregiudicare la leggerezza del vagone è stata una delle sfide più complicate. La progettazione utilizza acciaio altoresistenziale nella struttura del vagone, nonché negli elementi di irrigidimento intorno al cassone e il profilo superiore del vagone. L’acciaio antiusura viene utilizzato nelle due arcate presso il sito di scarico. «L’Helix Dumper è progettato in modo da ridurre al minimo l’usura, che era uno dei motivi per cui crediamo che la nostra scelta dei materiali sia stata ottimizzata», afferma Fredrik Kangas, Managing Director presso Kiruna Wagon.

La creatura di Kiruna Wagon non teme rivali

Se confrontati con altri sistemi, si legge in una nota esplicativa del sistema, un sistema di scarico completo per l’Helix costa un settimo del costo di un vagone a rotazione. Inoltre, l’Helix utilizza parte dell’energia potenziale del minerale per spingere in avanti il vagone in fase di scarico. Questo significa che non è richiesta nessuna energia supplementare e c’è molta meno polvere e quasi assenza di rumori. Questa, testualmente, la motivazione per cui la giuria ha scelto Kiruna Wagon come finalista dello Swedish Steel Prize 2017: «Kiruna Wagon ha sviluppato un sistema innovativo di vagoni ribaltabili per il trasporto ferroviario a lungo raggio e per lo scarico efficiente di minerali. L’uso di acciai strutturali altoresistenziali e resistenti all’usura ha reso possibile la progettazione di vagoni alleggeriti combinati ad un binario Helix che consente al ribaltabile di scaricare in movimento. Con un tasso di scarico quasi raddoppiato, il sistema Helix è superiore a tutte le soluzioni convenzionali e risolve molti problemi relativi ad aggregati adesivi. Questo sistema è economicamente efficiente sia sul piano dell’investimento che della funzionalità».

Contendenti agguerriti in finale

A competere per lo Swedish Steel Prize, un premio dalla storia quasi ventennale, ci saranno Fermel coi suoi veicoli per l’industria mineraria, i paraurti posteriori di Wabash National e le gru semoventi elettriche di Jmg Cranes, unica azienda italiana ancora in gara. Il vincitore riceverà una statuetta dello scultore Jörg Jeschke e un premio in denaro di 100.000 SEK che SSAB esorta a donare ad un istituto di beneficenza selezionato dal vincitore.

In primo piano

Articoli correlati

IPAF Anch’io 2024, la sicurezza al centro dell’evento bolognese

Il tradizionale evento biennale italiano di IPAF si è tenuto a Bologna venerdì 31 maggio con una formula dinamica, esclusivamente dedicata ai contenuti e all’interazione palco-platea. Le buone prassi a tutela della salute e della sicurezza nell’uso dei mezzi di sollevamento aereo sono state al centr...