Lupiae Maris, la joint-venture per lo sviluppo di un grande progetto eolico offshore galleggiante in Puglia con una potenza di 525MW, il 30 dicembre 2022 ha presentato al Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica, che opera di concerto con il Ministero della Cultura, l’istanza per la Valutazione di Impatto Ambientale (VIA) ex Decreto legislativo numero 152/2006 (Testo Unico Ambientale) nell’ambito del procedimento per il rilascio dell’Autorizzazione Unica alla costruzione ed esercizio dell’impianto.

Caratterizzato da 35 turbine eoliche galleggianti da installare nell’Adriatico Meridionale a notevole distanza delle coste brindisini e leccesi, Lupiae Maris, dopo oltre due anni di studi ambientali e progettazione, è tra i primi progetti in Italia a raggiungere uno stadio di maturità tale da presentare la propria istanza ai Ministeri. 

Gli sponsor del progetto – il Gruppo Hope, società con origini e base tecnico-operativa a Bari, e Galileo, la piattaforma paneuropea per lo sviluppo delle energie rinnovabili con sede legale a Zurigo e headquarter a Milano – confermano l’avvio della campagna di misurazione puntuale della risorsa eolica in sito nella primavera del 2023. 

“Abbiamo presentato la documentazione per avviare l’istanza relativa alla VIA del progetto Lupiae Maris e ringraziamo i numerosi enti e professionisti nazionali e internazionali che, negli ultimi due anni, hanno collaborato alla progettazione ricorrendo alle tecnologie più avanzate del settore. È un passo molto importante che adempie a tutte le disposizioni normative per la reale implementazione della tecnologia eolica offshore galleggiante in Italia. Siamo aperti al dialogo e disponibili a collaborare con autorità, attori della filiera eolica offshore e comunità locali al fine di concludere tutti gli iter amministrativi nei tempi previsti: prevediamo di realizzare un parco eolico che potrà generare, a prezzi convenienti, circa 1,5 miliardi di kWh rinnovabili all’anno, ossia il fabbisogno annuo di oltre 500.000 famiglie”, dichiara Francesco Dolzani, Presidente del Consiglio di Amministrazione di Lupiae Maris e responsabile dello sviluppo per Galileo in Italia.

In primo piano

Le scelte sostenibili di AS Labruna

In occasione del Metstrade a novembre, abbiamo fatto una chiacchierata con Massimo Labruna, Ceo di AS Labruna, sui nuovi prodotti, allargando poi il discorso alle scelte che l’azienda ha intrapreso in direzione di una sempre maggiore sostenibilità.

Benvenuta, POWERTRAIN!

DIESEL cambia nome: da gennaio si chiamerà POWERTRAIN. Ciò non significa cancellare la parola diesel dalla nostra agenda e dalle nostre priorità, ma rispecchia la volontà della rivista (e del sito) di accompagnare i lettori nell’affascinante fase a cui stiamo assistendo, quella della transizione ene...

Articoli correlati