Ménage à trois: Ama, Ste Industries, Octo Telematics

Ama, Ste Industries e Octo Telematics: l’unione fa la forza. Soprattutto se il tasso di specializzazione è ai vertici del mercato. Ama, il cui quartier generale si trova nella Bassa reggiana, a San Martino in Rio, dove la tecnologia per l’agricoltura è di casa (Landini e Goldoni si trovano a un tiro di schioppo, come si dice da quelle parti), ha pensato bene di scegliersi due partner di livello (Ste Industries e Octo Telematics) per lo sviluppo del primo sistema telematico modulare in grado di abbracciare differenti comparti di mercato. Dall’agricolo al movimento terra, dall’industriale al trasporto merci. Una piattaforma trasversale e transitiva, che si presta dunque a soddisfare le esigenze degli oem nelle applicazioni più svariate.

Quante novità tecniche di Ama all’Eima!

Il frutto della collaborazione tra i tre guru dell’informatica applicata si chiama InPulse ed è stato premiato come Novità Tecnica ad Eima 2016. Il sistema di connettività wireless InPulse non è stata però l’unica novità portata in dote dal Settore macchine agricole e macchine da giardinaggio dell’azienda reggiana. Nei 330 metri quadri dello stand abbiamo visto un cardano omocinetico cat. 2 con giunto quadrangolare; il cruscotto per trattori CCluster-Big; il gruppo colonna sterzo modulare inclinabile e telescopica, siglato CL5000; il cric per la rotazione del manicotto nei terzi punti meccanici, Cricnic; la tastiera modulare in Canbus, Keycan; il sistema di semina combinato per la lavorazione del terreno denominato Mtu, che consiste in una struttura costituita da un disco e un vomere regolabile in altezza, peraltro avvistato in quel di Parigi, alla precedente edizione del Sima.

La soluzione per la gestione di qualsiasi veicolo off-highway si compone di un articolato plotone di sensori intelligenti che raccolgono svariati dati da stazioni meteo, veicoli semoventi ed attrezzi. L’universo di informazioni relativo all’ambiente di lavoro e al parco macchine in esso impiegato, viene inviato a centraline GreenBox responsabili dell’elaborazione e della traduzione operativa.

Open platform

Gli output, che possono spaziare dall’ottimizzazione dei costi di esercizio dei mezzi fino al suggerimento del corretto momento per un dato intervento, sono accessibili e gestibili sia da remoto che da interfacce di bordo customizzabili. InPulse rappresenta una cosiddetta ‘OpenPlatform’, ossia una moderna piattaforma aperta alla continua implementazione di ulteriori partner e servizi.

Gli altri due lati del triangolo: Ste Industries e Octo Telematics

Innovazione e specializzazione nei sensori è il contributo della milanese Ste Industries: http://www.ste-industries.com/inpulse.html

Tutta l’esperienza telematica degli americani di Octo Telematics è indirizzata in questo ambito al servizio dei coltivatori diretti.

[/fusion_builder_column][/fusion_builder_row][/fusion_builder_container]

In primo piano

Le scelte sostenibili di AS Labruna

In occasione del Metstrade a novembre, abbiamo fatto una chiacchierata con Massimo Labruna, Ceo di AS Labruna, sui nuovi prodotti, allargando poi il discorso alle scelte che l’azienda ha intrapreso in direzione di una sempre maggiore sostenibilità.

Benvenuta, POWERTRAIN!

DIESEL cambia nome: da gennaio si chiamerà POWERTRAIN. Ciò non significa cancellare la parola diesel dalla nostra agenda e dalle nostre priorità, ma rispecchia la volontà della rivista (e del sito) di accompagnare i lettori nell’affascinante fase a cui stiamo assistendo, quella della transizione ene...

Articoli correlati