Questa settimana Volvo Penta e Gradall Industries, produttore nordamericano di escavatori a braccio telescopico, hanno presentato l’ultimo sviluppo della loro partnership: una versione elettrificata dell’escavatore gommato Oem XL 4100 V. Il concept a emissioni zero, denominata EL41H4, è in mostra presso lo stand Gradall.

Il concept è alimentato interamente da due batterie Volvo Penta, adatte al ciclo di lavoro dell’escavatore, che si adattano perfettamente al vano motore esistente. Il sistema di azionamento elettrico di Volvo Penta comprende anche il sistema completo ad alta tensione: motori elettrici, cambi, inverter, scatole di giunzione e cablaggio.

La partnership tra Volvo Penta e Gradall è iniziata nel 2014, quando Volvo Penta è diventata il fornitore esclusivo di motori Tier 4 Final da 5 e 8 litri per gli escavatori diesel a braccio telescopico di Gradall. Questa partnership quasi decennale ha reso Volvo Penta la scelta ovvia per il primo passo dell’azienda verso l’elettromobilità.

Stavamo cercando un importante fornitore di soluzioni di alimentazione con un buon track record con cui collaborare”, afferma Mike Popovich, Presidente di Gradall. “Consideriamo Volvo Penta un partner energetico piuttosto che un fornitore di motori: per loro questa è una soluzione chiavi in mano. Non volevamo trovarci in una situazione in cui mescoliamo e abbiniamo prodotti di 10 fornitori diversi e cerchiamo di far funzionare il tutto senza problemi. L’approccio e l’esperienza dei sistemi completi di Volvo Penta, insieme alla comprovata tecnologia del Gruppo Volvo, erano la soluzione ideale per noi. Questa è una progressione naturale della nostra partnership esistente verso dove entrambi ci stiamo dirigendo in futuro”.

Volvo Penta e Gradall: una partnership in crescita 

Con il crescente interesse da parte dei clienti del comune di Gradall per soluzioni più silenziose e pulite che soddisfano le crescenti esigenze e normative di sostenibilità, nella primavera del 2022 sono iniziate discussioni collaborative tra Gradall e Volvo Penta.

Espandere la nostra partnership con Gradall nell’elettromobilità è entusiasmante per noi”, afferma Hannes Norrgren, Presidente della Industrial Business Unit di Volvo Penta. “Questo è il nostro primo progetto di elettrificazione in un’applicazione edilizia, che rappresenta un’altra pietra miliare nel viaggio dell’elettromobilità di Volvo Penta e in linea con le nostre ambizioni di sostenibilità”.

Non il solito escavatore

A differenza di un escavatore idraulico tradizionale, la soluzione di Gradall presenta un braccio telescopico montato accanto a una cabina separata situata nella parte posteriore di un telaio stradale che consente alla macchina di essere inviata in modo indipendente in molte località durante la giornata lavorativa, piuttosto che richiedere un basso caricatore per il trasporto.

Con un sistema idraulico alimentato da una presa di forza elettrica della macchina (EM Pto) fornita da Volvo Penta, questo concept può utilizzare efficacemente l’energia della batteria per trasportare il proprio escavatore. Il sistema fornirà 94 kWh di energia e, con la maggiore probabilità che l’operatore EL41H4 ritorni in cantiere tra un lavoro e l’altro o per pranzo, il potenziale è elevato per la ricarica occasionale o per raggiungere la piena capacità in meno di 45 minuti da un caricabatterie da 150 kW.

L’esclusivo design per applicazioni on-highway – e la sua idoneità per il lavoro in ambienti in cui i modelli con braccio articolato potrebbero non essere la soluzione ideale per il funzionamento, ad esempio sotto ostacoli sopraelevati come le linee elettriche – significa che il concetto ha un enorme potenziale per l’applicazione ad altri progetti nel portafoglio Gradall . Attualmente, l’EL41H4 è ancora un concept e saranno necessari ulteriori test e sviluppi prima di poter decidere i passaggi successivi.

In primo piano

Articoli correlati

John Deere supporta le comunità locali con tecnologia e formazione

John Deere Italiana promuove in collaborazione con il concessionario Agribertocchi un’iniziativa con un istituto professionale della città di Faenza. Obiettivo, la formazione degli studenti e del personale docente sull’utilizzo delle tecnologie per l’agricoltura 4.0 sviluppate dal marchio leader nel...