Cummins e Daimler hanno siglato un memorandum destinato a lasciare traccia profonda e visibile. Questa ‘santa alleanza’ tra numeri uno si propone di convergere sulla traiettoria dell’Euro VII, destinato a dare un definitivo giro di vite sulle emissioni allo scarico e sul bilancio della CO2. A qualsiasi domanda sulle normative prossime venture rivolta a qualsiasi costruttore, la risposta è sempre quella: “no comment”. Cummins e Daimler hanno invece trovato il coraggio di uscire allo scoperto.

Cummins e Daimler

Cummins e Daimler per il medium duty

Per la precisione l’annuncio riguarda una partnership strategica globale per i motori di media potenza o, meglio, nell’espressione inglese, ‘medium duty’. Le società hanno precisato che stanno valutando anche altre opportunità di collaborazione. Come parte della pianificazione strategica, Cummins investirà nello sviluppo di motori medium duty per Daimler Trucks and Buses e nella produzione e consegna globale di motori medium duty da parte di Cummins per Daimler Trucks and Buses a partire dalla seconda metà del decennio. Martin Daum, presidente del consiglio di amministrazione di Daimler Truck AG e membro del consiglio di amministrazione di Daimler AG ha dichiarato: «Il memorandum d’intesa tra Daimler Truck AG e Cummins modella la produzione di motori nella sede di Mannheim alle esigenze del futuro e allo stesso tempo rafforza la nostra competitività. Con il passaggio all’Euro VII, avremmo dovuto investire considerevoli risorse nell’ulteriore sviluppo dei nostri motori di media potenza. Ora stiamo liberando questi capitali per concentrarli sulle tecnologie che sono cruciali per il nostro successo aziendale a lungo termine».

Il ruolo di Cummins

Si ragiona quindi probabilmente dell’adeguamento delle serie da 3,8 a 6,7 litri, che in Stage V hanno ripudiato il ricircolo per concentrarsi sul post-trattamento (non in Euro VI, però, dove conservano l’Egr in considerazione dei carichi e dell’opportunità di risparmiare sul consumo di urea tecnica). Cummins produrrà direttamente all’interno del campus Mercedes-Benz di Mannheim e si appoggerà alle sue reti di produzione e di distribuzione in tutti i bacini commerciali per l’utilizzo in altri marchi di Daimler Trucks, compresi quelli di Daimler Trucks North America. Soddisfazione è stata espressa anche da Tom Linebarger, presidente e amministratore delegato di Cummins, che sottolinea «l’impegno a garantire che ogni cliente, ovunque, disponga della soluzione più giusta, offrendo una vasta gamma di soluzioni di alimentazione dal diesel evoluto, dal gas naturale a emissioni quasi zero, dall’elettrico, dall’idrogeno e da altre tecnologie».

In primo piano

Articoli correlati

Scania fonda Erinion, un’azienda di soluzioni di ricarica

Scania annuncia oggi di aver fondato Erinion, una nuova società specializzata in soluzioni di ricarica private e semi-pubbliche. La mossa strategica vedrà l’installazione di 40.000 nuovi punti di ricarica presso le sedi dei clienti e rafforzerà l’offerta di e-mobility del Gruppo Scania nel futuro ec...