Oggi, Deutz e Daimler Truck hanno firmato accordi che consentono a Deutz di accedere ai motori Daimler entro la fine del decennio. Questi includono sia motori medium-duty (serie Daimler Truck Mdeg), adatti ad applicazioni come il movimento terra, sia motori heavy-duty (serie Daimler Truck Hdep), che possono essere utilizzati per alimentare macchine agricole pesanti, ad esempio . Di conseguenza, Deutz sarà in grado di attrarre nuovi gruppi di clienti, risparmiare sui costi di sviluppo, ampliare la propria gamma di moderni motori a combustione interna e gettare così le basi per un’ulteriore crescita in questo business.

La collaborazione tra le due società, supportata dalla partecipazione di Daimler Truck in Deutz, si concentra su due aree:

1. Deutz acquisirà la proprietà intellettuale su strada per i motori Mdeg per heavy-duty di Daimler Truck in modo da poterli ulteriormente sviluppare autonomamente, anche per l’uso in applicazioni off-highway come macchine agricole e macchine movimento terra.

2. Deutz acquisirà i diritti di licenza da Daimler Truck in modo da poter sviluppare ulteriormente la serie Hdep Daimler Truck per impieghi gravosi per l’utilizzo in applicazioni off-highway. Distribuirà anche questi motori in modo indipendente.

Deutz e Daimler Truck: termini dell’accordo

La cooperazione prevede diversi accordi di produzione. I motori pesanti continueranno ad essere costruiti da Daimler Truck nello stabilimento Mercedes-Benz di Mannheim e spediti a Deutz per l’assemblaggio finale, mentre i motori medi saranno completamente prodotti a Deutz. Le varianti di motore che saranno commercializzate da Deutz dovrebbero entrare in produzione nel 2028.

La collaborazione tra le due società è un primo segno della strategia Dual+ recentemente annunciata da Deutz, in base alla quale Deutz non solo intensificherà lo sviluppo di un portafoglio di prodotti a impatto climatico zero, ma ottimizzerà e svilupperà ulteriormente i suoi motori classici.

La collaborazione con Daimler Truck migliorerà in modo significativo la nostra posizione di partenza in un mercato in via di consolidamento poiché avremo accesso a motori tecnologicamente avanzati e saremo in grado di attrarre nuovi gruppi di clienti allo stesso tempo. Le applicazioni pesanti e l’agricoltura richiedono ancora sistemi di trasmissione convenzionali basati su motori a combustione interna, che possono essere resi più rispettosi dell’ambiente facendoli funzionare con carburanti sintetici. Nei prossimi anni, quindi, non solo miglioreremo il nostro portafoglio di prodotti climaticamente neutri, ma espanderemo anche ulteriormente la nostra attività di motori classici”, afferma Sebastian C. Schulte, Ceo di Deutz.

Nell’ambito della sua nuova strategia, Deutz ha annunciato a metà gennaio che, oltre a investire in un portafoglio di prodotti ecologici, intende anche affermarsi stabilmente tra i primi tre produttori di motori indipendenti, anche attraverso acquisizioni e collaborazioni. La Società intende quindi svolgere un ruolo attivo nel consolidamento del mercato dei motori.

Andreas Gorbach, membro del consiglio di amministrazione di Daimler Truck AG e responsabile della tecnologia dei camion: “Siamo lieti di stringere una partnership con l’affermato e indipendente specialista di motori Deutz. In linea con il nostro focus strategico sul trasporto a emissioni zero a livello locale, lo scorso anno abbiamo annunciato che Daimler Truck non avrebbe più investito denaro nell’ulteriore sviluppo dei suoi motori di medie dimensioni per lo standard sulle emissioni Euro 7.”

Il pagamento per le due transazioni è di milioni di euro a doppia cifra. Deutz pagherà una somma in contanti a rate per l’acquisizione dei diritti di licenza per i motori pesanti. Per acquisire la proprietà intellettuale su strada per i motori di media potenza, Deutz utilizzerà il capitale autorizzato esistente per emettere ca. 5,285 milioni di nuove azioni al portatore prive di valore nominale mediante aumento di capitale in natura. Daimler Truck deterrà il 4,19% del capitale emesso di Deutz AG. Le nuove azioni Deutz saranno ammesse alla negoziazione dopo l’iscrizione nel registro di commercio.

In primo piano

Articoli correlati

Ricarica in 10 minuti? Tra poco potrebbe essere possibile

Ricaricare l’auto elettrica in soli 10 minuti per ora può sembrare un’idea buona per un film di fantascienza, ma presto il tempo necessario per fare il pieno di benzina potrebbe essere lo stesso necessario per caricare completamente un veicolo elettrico! L’International Drivers Association ha esplor...

Daimler Truck e Linde insieme per il rifornimento di idrogeno liquido

Daimler Truck e Linde Engineering presentano sLH2, una tecnologia di rifornimento sviluppata congiuntamente per l’idrogeno liquido sottoraffreddato. Rispetto all’idrogeno gassoso, l’idrogeno liquido sottoraffreddato (sLH2) consente una maggiore densità di stoccaggio, una maggiore autonomia, un rifor...

Accordo Iveco-Hyundai per lo sviluppo di un nuovo van elettrico

Il nuovo veicolo entrerà a far parte della gamma di veicoli commerciali leggeri elettrici di Iveco Group, affiancando dunque il Daily. La nuova Global all-electric Light Commercial Vehicle Platform (eLCV) di Hyundai è una piattaforma globale dedicata agli EV e progettata per veicoli commerciali con ...