Dopo l’annuncio di gennaio, Deutz ha raggiunto un’altra pietra miliare nel riallineamento del suo portafoglio completando la vendita di Torqeedo, il principale produttore mondiale di motori elettrici fuoribordo ed entrobordo, a Yamaha Motor.

Nel 2017, Deutz aveva acquisito lo specialista di azionamenti elettrici per barche con l’obiettivo di accelerare la strategia di elettrificazione per i principali segmenti di clientela di Deutz (in particolare macchine edili, macchine agricole e movimentazione materiali) e rafforzare la posizione di Torqeedo come leader tecnologico e di mercato nel settore trasporto acquatico a propulsione elettrica. Negli ultimi anni, il portafoglio di sistemi di azionamento elettrico di Deutz è stato ampliato con successo.

Si prevede che il ricavato della vendita, pari a una cifra di milioni di euro a doppia cifra, comporterà il riconoscimento di un utile contabile nel bilancio 2024 di Deutz di pochi milioni di euro a doppia cifra. 

Torqeedo ha trovato una nuova casa con una forte base industriale che le consentirà di raggiungere un’ulteriore crescita dinamica. Vorrei congratularmi sia con Yamaha che con Torqeedo. Auguro a Fabian Bez, al suo management team e a tutto il personale il meglio per il futuro”, ha commentato il Ceo di Deutz Sebastian C. Schulte. “Questo passaggio rappresenta una ripartenza strutturata per il segmento Green. Stiamo liberando risorse in modo da poter andare avanti con lo sviluppo di soluzioni di azionamento che soddisfino le esigenze del mercato e le esigenze dei nostri clienti. Solo così saremo in grado di guadagnare denaro con i nostri prodotti ecologici e creare un ecosistema verde redditizio. Questo ecosistema comprenderà tutti i prodotti e le tecnologie rilevanti che saranno necessari per mantenere il mondo in movimento in futuro, compresi i nostri motori a combustione interna all’avanguardia alimentati a idrogeno e i nostri prodotti fuoristrada elettrici a batteria”.

Lo sviluppo continuo del portafoglio di prodotti “green” è uno degli elementi chiave della strategia Dual+ presentata all’inizio del 2023. Deutz intende migliorare le proprie prestazioni nel business esistente con motori convenzionali ed espandere in modo significativo l’attuale attività di servizi per fornire le basi per sviluppare il proprio portafoglio tecnologico per il futuro. Gli obiettivi sono chiari: Deutz punta ad affermarsi stabilmente tra i tre principali produttori indipendenti di motori entro il 2030 e a diventare un’azienda a impatto climatico zero entro il 2050.

In primo piano

Articoli correlati

Vanzetti Engineering, arriva la serie ESK-IMO

Vanzetti Engineering presenta le nuove pompe sommerse estraibili della serie ESK-IMO, che trovano applicazione negli Small Scale LNG Terminal e come Emergency pump o Cargo/Stripping pump in ambito navale. Le pompe ESK-IMO offrono il vantaggio di una agevole manutenzione senza necessità di svuotament...

AS Labruna al Nauta di Catania

AS Labruna annuncia la sua prima partecipazione al Nauta di Catania, in programma da oggi 7 marzo fino a domenica 10. L’azienda qui presenta il kit ibrido parallelo HKP 25 per le aree marine protette e il motore AS Labruna H290 da 290 CV, con emissioni certificate RCD2 e la possibilità di essere ali...