Il Dpe di Rimini si avvicina e grazie all’International Electric Expo annuncia l’estensione del suo raggio d’azione. Dal 28° febbraio al 1° marzo 2024, nella cornice delle Fiere di Rimini, si terrà per il secondo anno consecutivo, Dpe, la manifestazione dedicata all’ecosistema della generazione, trasmissione, distribuzione, sicurezza ed automazione elettrica, organizzata da Italian Exhibition Group in collaborazione con l’Associazione Generazione Distribuita – Motori, Componenti, Gruppi Elettrogeni federata Anima Confindustria – e, per la prima volta, Federazione Anie. Dopo la “edizione 0” del 2019 e il successo raccolto a marzo 2023, Dpe estende la propria visione, ampliando ulteriormente il progetto, per coinvolgere, in linea con il nuovo payoff “International Electricity Expo”, tutti i protagonisti dell’industria elettrica.

Le ragioni dell’International Electricity Expo

Lo scenario attuale, caratterizzato da grandi cambiamenti, rende sempre più urgente premere sull’acceleratore della transizione energetica. La generazione diffusa svolge un ruolo cruciale per attuare questa trasformazione, che non può prescindere dallo sviluppo di infrastrutture elettriche sempre più moderne ed efficienti, che assicurino una maggiore flessibilità e sicurezza nell’approvvigionamento energetico elettrico. In questo contesto, Dpe – International Electricity Expo si propone come vetrina completa delle applicazioni tipiche della generazione di energia, mettendo in mostra la vasta gamma di soluzioni e tecnologie all’avanguardia che stanno plasmando il futuro energetico in Europa e nel bacino del Mediterraneo. Saranno presentate le ultime innovazioni e prodotti disponibili sul mercato, per garantire la stabilità e l’efficienza della rete elettrica e renderla sempre più smart e digitale: dalle piccole centrali elettriche di nuova generazione ai gruppi elettrogeni, fino alla componentistica elettrica di dettaglio o di macchinario e all’efficienza energetica. Dpe si rivolge a progettisti, impiantisti, distributori, utilities, società di consulenza ed ingegneria, Oem, contractor, Esco, manutentori e noleggiatori, proponendo un programma convegnistico e formativo di rilievo, per approfondire i temi chiave legati all’energia: un’opportunità unica per rimanere informati, scoprire nuove soluzioni, promuovere l’innovazione e scambiare idee e conoscenze, confrontandosi con gli esperti del settore.

Ascoltiamo i protagonisti

Dpe si configura sempre di più come l’evento di riferimento sui temi della generazione, trasformazione, distribuzione e trasporto di energia elettrica per l’Europa e per i Paesi che si affacciano sul Mediterraneo, con un’offerta di soluzioni e contenuti unica nel panorama fieristico italiano” commenta Corrado Peraboni, amministratore delegato di Ieg. “Per questo motivo, potendo contare sulla collaborazione di partner strategici come Generazione Distribuita e Federazione Anie, abbiamo deciso di potenziare ulteriormente la manifestazione, coinvolgendo l’intero comparto dell’industria elettrica, come testimonia anche il nuovo payoff. La prossima edizione di Dpe sarà indipendente e si svolgerà all’interno di un padiglione interamente dedicato, pur mantenendo la contemporaneità con Key, per massimizzare tutte le possibili sinergie e connessioni con il settore delle energie rinnovabili”.

Non è immaginabile la transizione energetica senza infrastrutture elettriche moderne ed efficienti”, afferma Marco Monsurrò, presidente di Generazione Distribuita. “L’intero paradigma del cambiamento, infatti, fa perno intorno all’utilizzo spinto dell’Elettricità come vettore elettrico, tanto nell’industria, quanto nel settore residenziale e nella mobilità. Questa edizione del Dpe parte dalla necessità di mettere in vetrina l’intera industria italiana ed europea dell’hardware elettrico, nella consapevolezza che il processo di reshoring della catena di fornitura, causato dalle dinamiche geopolitiche in atto, garantisce maggiore sicurezza all’intera filiera dell’energia”.

Negli ultimi anni il sistema energetico europeo è entrato in una fase di radicale trasformazione puntando con decisione sulla green Economy come modello di uno sviluppo necessario e sostenibile. Per attuare questa trasformazione” afferma Michele Lignola, Direttore Generale di Anie Federazionela generazione diffusa svolge un ruolo chiave per il potenziamento delle infrastrutture elettriche che dovranno essere sempre più evolute e funzionali per garantire i nuovi fabbisogni energetici. Dpe è l’occasione per presentare soluzioni tecnologiche avanzate volte al raggiungimento degli obiettivi della transizione energetica, sotto la spinta di vincoli ambientali sempre più crescenti. Tale processo è complesso e richiede il coinvolgimento di governi, industrie, comunità e individui. È una risposta cruciale alle sfide ambientali e climatiche del nostro tempo e i protagonisti dell’intera filiera divenendo quindi un appuntamento di riferimento non solo per i nostri soci ma, in generale, per l’intero settore.

In primo piano

Articoli correlati

Simplifhy realizzerà un laboratorio a idrogeno a Vimercate

Simplifhy realizzerà un laboratorio a idrogeno presso la sede della Fondazione ITSGREEN di Vimercate. In particolare, il laboratorio includerà moduli all’avanguardia per la produzione di idrogeno, tecnologie AEM, celle a combustibile PEM, sistemi di compressione dell’idrogeno e soluzioni innovative ...

Kubota entra a far parte dell’Allianz Hydrogen Engine

Kubota ha aderito all’Allianz Hydrogen Engine, un’organizzazione che mette insieme le conoscenze dell’industria e della ricerca. Sappiamo che un concept di motore a idrogeno da 3,8 litri e 85 kW è già stato presentato pubblicamente da Kubota, suscitando un ampio interesse da parte del settore....