E-Deutz, alchimia di diesel ed elettrico

L’Intermat di Parigi ha riservato diverse sorprese, tra cui il primo concept ibrido off-highway marchiato E-Deutz. Il motore, in prima linea allo stand Deutz, è il risultato della combinazione del TCD2.9 e di un motore elettrico da 55 chilowatt. Insieme, diesel ed elettrico, arrivano a erogare una potenza massima di 110 kW. Il set completo include anche il pacco batterie da 40 kWh a 400 volt, e l’elettronica di controllo.

RICORDATE IL DIESEL OF THE YEAR 2010?

La connessione tra il TCD2.9 e il motore elettrico è ottenuta grazie a un disaccoppiatore integrato. Questo permette di disconnettere il diesel dal sistema elettrico. Rende inoltre possibile muovere il veicolo in full-electric. Unire diesel ed elettrico garantisce un output totale maggiore, in termini di potenza, senza dover ricorrere ad alte cilindrate. In aggiunta, il sistema può beneficiare delle funzioni salva carburante come lo start-stop.

E-Deutz e Torqeedo

La combinazione rappresenta il primo successo a marchio E-Deutz, il programma avviato nel 2017. Apre così la strada a potenziali guadagni futuri in termini di trasmissione ibrida. La strategia di E-Deutz combina le basse emissioni dei motori di Colonia, con le potenzialità dell’elettrico. Nella transizione ibrida per l’off-highway di Deutz non poteva mancare il tocco della recente acquisizione, Torqeedo. L’azienda leader nelle trasmissioni ibride per applicazioni marine sta fornendo il know-how e la maturità necessarie per il decisivo passo avanti.

La visione di Frank Hiller

«La capacità di erogazione di potenza di ciascun componente può essere personalizzata per le esigenze dei clienti», ha affermato Frank Hiller, Ceo di Deutz. «I clienti potranno scegliere la combinazione ideale di componenti di trasmissione convenzionali ed elettrici. Nel complesso, ciò aumenterà l’efficienza e ridurrà perciò i costi operativi totali. Grazie alla strategia di E-Deutz, siamo in testa nel campo dell’elettrificazione. Puntiamo a essere leader del mercato per l’innovazione della trasmissione off-highway».

In prima linea verso lo Stage V

In bella mostra a Intermat anche la gamma di motori certificati Stage V, e la nuova serie di motori in linea da 9 a 18 litri. Il Ttcd6.1 è stato il primo a ottenere la certificazione, gli altri lo hanno seguito a breve giro di posta. In prima fila, anche il TCD9.0, il motore eletto a Diesel of the year 2018. Anche l’esperienza maturata nei sistemi di post-trattamento ha avuto il suo spazio tra le novità di Deutz. In linea con la transizione verso una strategia produttiva 4.0, la presentazione dell’app “Deutz Connect“, per la diagnosi da remoto. Questo trend generale posiziona Deutz in prima linea nel percorso verso tecnologie di trasmissione sempre più sostenibili.

 

 

In primo piano

Articoli correlati

Deutz inaugura una nuova linea di assemblaggio per motori da 4 a 8 litri

Deutz ha messo in funzione un’ulteriore linea di assemblaggio presso il suo sito di Colonia. La tecnologia di produzione aggiornata utilizzata per la linea di assemblaggio 6 consentirà di costruire grandi motori da 4-8 litri per le serie V4 e 7.8. Anche la produzione completa del motore a idrogeno D...
News

All’Academy di FPT Industrial

All'Academy di FPT Industrial, nella sede torinese, abbiamo assistito a un esempio di formazione teorica e pratica del training center
News