Pronti, ai posti, via! Ai box di Fpt Industrial è tutto pronto per la Dakar, quindi per una nuova avventura nel deserto, insieme a Iveco e al team De Rooy, che per l’occasione si sdoppia.

I Cursor 13 di Fpt per la disfida chiamata Dakar

Calato il sipario sul discusso mondiale in Qatar, la penisola arabica si prepara ad accogliere, per la quarta volta in Arabia Saudita, la Dakar, dal 31 dicembre 2022 al 15 gennaio 2023. In occasione della sua undicesima partecipazione al Rally Dakar insieme a Iveco, Fpt Industrial ha messo a punto i  Cursor 13 che equipaggiano i quattro Iveco Powerstar in gara. Il 12,88 litri, dall’animo poliedrico (stradale, industriale, stazionario e marino) non si differenzia sostanzialmente da quelli montati sui veicoli di serie. Presso il centro di ricerca e sviluppo Fpt di Arbon, in Svizzera, i propulsori in partenza per l’Arabia sono stati potenziati per renderli capaci di erogare oltre 1.000 cavalli di potenza (quindi circa 750 chilowatt) e oltre 5.000 Nm di coppia massima.

Two teams is “mej che uan” 

Chi si ricorda del tormentone che ha lanciato Stefano Accorsi nel firmamento televisivo? “Two gust is mej che uan“? Anche a Torino avranno pensato più o meno la stessa cosa, tanto che il capitano di mille battaglie, Gerard De Rooy, si è “sdoppiato”. Al Boss Machinery Team De Rooy Iveco, composto da:

#502 Iveco Powerstar – pilota Janus van Kasteren Jr, copilota Marcel Snijders, meccanico Darek Rodewald;
#504 Iveco Powerstar – pilota Vick Versteijnen, copilota Teun Van Dal, meccanico Andreas Van Der Sande;

si affianca l’Eurol Team De Rooy Iveco, con:
#506 IVECO Powerstar – pilota Martin van den Brink, copilota Rijk Mouw, meccanico Erik Kofman;
#511 IVECO Powerstar – pilota Mitchel van den Brink, copilota Moises Torrallardona, meccanico Bert Jarno Van De Pol.

fpt dakar
Iveco, Fpt e De Rooy si apprestano a mordere le dune saudite

 Il punto di vista dell’ingegneria

«Essere parte attiva e propulsiva di questa incredibile sfida è un grande onore e una fortissima emozione», dichiara Pierpaolo Biffali, Vice President Product Engineering, Fpt Industrial,«Ma ci fornisce anche il banco di prova ideale per testare, in condizioni che più estreme non si può, nuove soluzioni dedicate a migliorare ancora di più l’affidabilità e la resistenza dei motori utilizzati dai nostri clienti».

In primo piano

Le scelte sostenibili di AS Labruna

In occasione del Metstrade a novembre, abbiamo fatto una chiacchierata con Massimo Labruna, Ceo di AS Labruna, sui nuovi prodotti, allargando poi il discorso alle scelte che l’azienda ha intrapreso in direzione di una sempre maggiore sostenibilità.

Benvenuta, POWERTRAIN!

DIESEL cambia nome: da gennaio si chiamerà POWERTRAIN. Ciò non significa cancellare la parola diesel dalla nostra agenda e dalle nostre priorità, ma rispecchia la volontà della rivista (e del sito) di accompagnare i lettori nell’affascinante fase a cui stiamo assistendo, quella della transizione ene...

Articoli correlati