Alla fine di novembre, a Maputo in Mozambico, Fpt Industrial ha consegnato il generatore di potenza donato nell’ambito di un progetto condotto insieme al Fondo di solidarietà di Cnh Industrial e all’organizzazione umanitaria WeWorld.
 
Il progetto è finalizzato a mitigare gli effetti dei cambiamenti climatici nella provincia di Manica, che negli ultimi anni è stata ripetutamente colpita da cicloni catastrofici, attraverso la creazione di scuole e comunità resilienti e il miglioramento della gestione dei rischi.

Alla cerimonia di consegna hanno partecipato Luisa Celma Meque, Presidente dell’Instituto Nacional de Gestão e Redução do Risco de Desastres (Ingd) mozambicano, Eduardo Berzi, Primo segretario dell’Ambasciata italiana in Mozambico, Paolo Gozzoli, Direttore dell’Agenzia Ice per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane a Maputo, e Piero Meda, Rappresentante di WeWorld. La cerimonia è stata introdotta da un videomessaggio di Egle Panzella, Sustainability Manager di Fpt Industrial.

Il gruppo elettrogeno N45 SM 1A da 59-65 kW, donato da Fpt Industrial e gestito con il supporto del concessionario locale Engineco, garantirà la continuità dell’erogazione di energia elettrica anche in caso di danneggiamento della rete dopo catastrofi naturali gravi, assicurando inoltre la continuità degli interventi di emergenza condotti dai Comitati per la gestione delle emergenze nelle scuole, dagli operatori della Protezione Civile e da altro personale addetto alla gestione delle emergenze.

Destinato a ospedali, centri sanitari e scuole, il gruppo elettrogeno aumenterà notevolmente la resilienza della popolazione locale agli effetti dei cambiamenti climatici, consentendo a FPT Industrial di partecipare attivamente a un progetto concreto declinato in vari aspetti: supporto comunitario, tutela ambientale, tecniche di primo soccorso e promozione della sostenibilità a 360°.

L’impegno congiunto di Fpt Industrial, del Fondo di solidarietà di Cnh Industrial e di WeWorld per la popolazione del Mozambico è anche il tema del documentario “Mozambico, ricostruire il futuro”, che è stato proiettato in anteprima in ottobre 2022 a Bologna nell’ambito del Terra di Tutti Film Festival e può essere visualizzato a questo link.

WeWorld-Gvc, in breve WeWorld, nata dall’unione di WeWorld Onlus e Gruppo di Volontariato Civile opera in 27 Paesi e lavora da oltre 50 anni per garantire uguali opportunità e i diritti di donne, bambine e bambini attraverso l’accesso alle risorse, alla salute, all’istruzione e al lavoro. L’organizzazione, che ha sede a Milano, è attiva in Mozambico dal 2000.

“Questo importante progetto si articola in una serie di iniziative chiave per promuovere, tra i vari aspetti, il soccorso in situazioni di emergenza, la ricostruzione di scuole e infrastrutture e l’istruzione. Tutti ambiti di estrema importanza anche per il brand Fpt Industrial nelle sue attività di supporto alle comunità locali,” ha dichiarato Egle Panzella, Sustainability Manager di Fpt Industrial, nel suo messaggio inaugurale. “Ora il generatore si trova a Maputo. Ci auguriamo che non debba mai essere utilizzato, ma allo stesso tempo ci dà più tranquillità il pensiero che possa essere utile alla comunità locale in caso di emergenza.”

“Grazie al supporto di Fpt industrial, oggi abbiamo consegnato alla protezione civile mozambicana (Ingd) un generatore che servirà a garantire elettricità ai magazzini e agli uffici operativi della protezione civile durante la stagione dei cicloni”, ha dichiarato Piero Meda, Rappresentante di WeWorld in Mozambico. “Questo intervento è stato possibile grazie al coinvolgimento di Fpt Industrial che condivide con noi l’impegno nel sostenere e rafforzare la resilienza delle comunità e delle istituzioni mozambicane. Il gruppo elettrogeno rappresenta solo l’ultimo contributo di Fpt a supporto dei progetti di WeWorld in Mozambico, e ci auspichiamo che questa collaborazione continui a essere parte integrante del nostro lavoro.”

In primo piano

Le scelte sostenibili di AS Labruna

In occasione del Metstrade a novembre, abbiamo fatto una chiacchierata con Massimo Labruna, Ceo di AS Labruna, sui nuovi prodotti, allargando poi il discorso alle scelte che l’azienda ha intrapreso in direzione di una sempre maggiore sostenibilità.

Benvenuta, POWERTRAIN!

DIESEL cambia nome: da gennaio si chiamerà POWERTRAIN. Ciò non significa cancellare la parola diesel dalla nostra agenda e dalle nostre priorità, ma rispecchia la volontà della rivista (e del sito) di accompagnare i lettori nell’affascinante fase a cui stiamo assistendo, quella della transizione ene...

Articoli correlati

Accordo tra Cgt e 2G Italia per la cogenerazione di piccola taglia

2G Italia e Cgt hanno stipulato un accordo grazie al quale Cgt arricchirà la sua già vasta gamma con i motori 2G di piccola taglia fino a 400 kW, mentre 2G Italia accrescerà le proprie opportunità commerciali, contando sulla capillarità di Cgt sul territorio e sulla sua radicata presenza nel settore...