Ebbene sì, nessuno scontro frontale sull’accidentato percorso della transizione energetica, il GameChanger 1 promuove l’idrogeno come vettore per la ricarica delle batterie. Stiamo comunque ragionando di celle a combustibile, ma non più in antitesi alla formula Bev. Qua, la trazione, non c’entra proprio nulla. Lui, il GameChanger1, è il primo generatore mobile di corrente continua a celle a combustibile alimentato a idrogeno per la ricarica rapida di veicoli elettrici. Presentato in Olanda, ha trovato la sua prima casa nel Porto di Livorno, uno dei maggiori hub europei per i veicoli elettrici con la possibilità di caricare contemporaneamente 2 veicoli per un totale di 120kW, all’interno delle navi cargo.

GameChanger1, l’idrogeno come GameCharger

Giustifichiamo questo sottotitolo con un gioco di parole, ma non solo. Il senso, infatti, c’è tutto. Presentiamo i tre protagonisti del progetto. Clean City è la società svizzera di ingegneria che ha sviluppato l’Integrated Multi Generation System (IMGS), il sistema brevettato di generazione off-grid di energia con celle a combustibile alimentato a idrogeno verde per la ricarica rapida di tutti tipologie di veicoli elettrici. HyMove sviluppa e costruisce sistemi di celle a combustibile a idrogeno della massima qualità, affidabili e sicure per la mobilità pulita e moduli di potenza stazionari. I sistemi di celle a combustibile HyMove sono stati utilizzati con successo in una varietà di applicazioni, come autobus alimentati a idrogeno, navi, applicazioni per le costruzioni e la movimentazione di container. Infine, Venema (VECS), che progetta e fornisce sistemi di ricarica e prodotti per batterie. L’infrastruttura di ricarica in combinazione con sistemi di stoccaggio delle batterie e ulteriori vettori energetici, come l’idrogeno, può accelerare la transizione energetica. Clean City e HyMove hanno annunciato la loro partnership strategica per la produzione di 2.000 generatori (furgoni e container) per servire tutta l’Europa. 

Parola a chi di dovere

Agim Gjinali, fondatore e Ceo di Clean City: «L’energia DC off-grid è predestinata a diventare il vero punto di svolta della mobilità elettrica, in uno scenario di fabbisogno energetico in drammatica crescita a causa dello sviluppo dei data center e dell’intelligenza artificiale e della capacità limitata di trasmissione della rete. Nel mix di produzione energetica del 2050, la generazione di energia pulita attraverso celle a combustibile a idrogeno avrà una posizione dominante».

Alberto Caetani, Coo di Clean City: «Siamo di fronte ad una vera rivoluzione; fino ad ora le soluzioni mobili e off-grid erano andate nella direzione dei power bank, pacchi batterie caricati dalla rete per ricaricare i veicoli elettrici. Clean City porta sul mercato un vero generatore mobile in grado di caricare veicoli elettrici 24 ore su 24, 7 giorni su 7, a ciclo continuo. Dobbiamo generare nuova energia verde decentralizzata».

Theo Hendriks, fondatore e Ceo di HyMove: «Con le nostre soluzioni contribuiamo a un mondo più verde e allo stesso tempo riduciamo la necessità di ingenti investimenti a lungo termine nella rete elettrica, sempre più sotto stress e vicina al punto di saturazione; un supporto fondamentale alla rete olandese, a quelle europee e di tutto il mondo».

In primo piano

Articoli correlati

Cummins e Isuzu presentano il motore da 6,7 litri per autocarri medi

Cummins e Isuzu Motors Limited stanno lanciando un nuovo motore da 6,7 litri sviluppato congiuntamente dalle due società, progettato per l’uso nella nuova gamma di autocarri medi di Isuzu. L’Isuzu DB6A – questo il suo nome – alimenterà le applicazioni per autocarri su strada costruite per il mercato...