Oltre allo sviluppo e alla produzione di veicoli elettrici con caratteristiche innovative e ai vertici del mercato, Hyundai si sta impegnando per il futuro della mobilità anche attraverso il sostegno allo sviluppo dell’infrastruttura di ricarica e dei servizi a essa collegati. Attraverso diverse partnership – che si basano sul concetto di mobilità universale, sostengono una società senza emissioni e danno forma a un futuro sostenibile – Hyundai sta realizzando la sua visione “Progress for Humanity”. Attualmente, in Europa oltre l’80% della gamma di brand offre una motorizzazione elettrificata, e l’obiettivo è di arrivare a elettrificare l’intera gamma entro il 2025 per poi vendere solo veicoli a emissioni zero entro il 2035.

L’aumento delle vendite di EV in Europa

Grazie a un importante cambiamento di paradigma nelle abitudini dei consumatori europei in materia di acquisto di automobili, Hyundai è certa che la sua quota di vendite di veicoli a emissioni zero (Zev) continuerà a crescere nei prossimi anni. Nel 2022, il 16% delle vendite totali è stato rappresentato da veicoli a zero emissioni.

Con la transizione della mobilità europea verso l’elettrificazione, vogliamo assicurarci che le strade del continente siano ben attrezzate per il numero di veicoli elettrici che presto saranno in circolazione”, ha dichiarato Michael Cole, Presidente e Ceo di Hyundai Motor Europe. “Per trasformare le infrastrutture e il futuro della mobilità, abbiamo bisogno del coinvolgimento e dell’impegno di tutte le parti interessate. Per questo motivo, Hyundai ha avviato joint venture e partnership con i principali attori della rete di ricarica EV in Europa, al fine di garantire una transizione verso la mobilità elettrificata efficiente. Questo è il futuro sostenibile che vogliamo promuovere”.

La flessibilità come driver del cambiamento

La praticità è uno dei principali vantaggi per i clienti che spinge ad aumentare le vendite di veicoli elettrici. Oltre ad essere migliori per il pianeta, le EV offrono ai proprietari una maggiore flessibilità rispetto ai veicoli ad alimentazione endotermica, ad esempio potendo essere caricati comodamente a casa durante la notte.

Tuttavia, affinché ciò sia possibile, l’infrastruttura di ricarica in Europa deve essere ampliata lungo le strade e le autostrade. Questo è un fattore importante per i proprietari di veicoli elettrici che percorrono viaggi lunghi o che non hanno la possibilità di ricaricare a casa.

La tecnologia di ricarica continua a progredire per offrire una maggiore facilità di utilizzo consentendo la ricarica ad alta potenza. Ad esempio, Ioniq 5 e Ioniq 6 offrono entrambe funzionalità di ricarica ultraveloce permettendo di ricaricare dal 10 all’80% in 18 minuti e consentendo così ai proprietari di passare meno tempo a ricaricare e più tempo sulla strada. Inoltre, i proprietari di veicoli elettrici non devono occuparsi dell’auto durante la ricarica, possono trascorrere questo tempo nel modo che desiderano: rilassandosi, facendo una piccola passeggiata o mangiando qualcosa.

Quest’anno, Hyundai intende rendere la ricarica dei veicoli elettrici ancora più comoda e sicura rendendo disponibile su Ioniq 6 la funzionalità Plug & Charge, un servizio di terze parti che può essere utilizzato solo presso i punti di ricarica “Plug & Charge ready”, come Ionity. Grazie a questa caratteristica non sarà necessaria un’applicazione per smartphone o una tessera di ricarica: i proprietari di veicoli elettrici dovranno solo collegare il proprio veicolo con il cavo. L’autenticazione per avviare una sessione di ricarica avviene direttamente tra il veicolo e la colonnina di ricarica pubblica, semplificando ulteriormente il processo.

Charge myHyundai: una ricarica semplice e completa

Charge myHyundai è un servizio incentrato sul cliente che semplifica l’esperienza di ricarica. Questa comoda soluzione offre ai clienti EV di Hyundai l’accesso a una delle reti di ricarica pubblica più estese d’Europa, con oltre 460.000 stazioni in 30 Paesi. Con Charge myHyundai, i conducenti di veicoli elettrici del brand beneficiano inoltre di tariffe ottimizzate in base alle diverse esigenze di guida, di un accesso semplice tramite un’unica tessera RFID o con l’app, e di una fatturazione mensile per tutte le sessioni di ricarica.

eMobility Excellence nel suo “Rapporto di Confronto sulle App di Ricarica 2022” – un confronto di mercato tra i vari servizi di ricarica disponibili in Germania – ha classificato Charge myHyundai al secondo posto. Il rapporto ha paragonato un totale di sei applicazioni per smartphone di diversi Oem (Original Equipment Manufacturer) che supportano i clienti durante il processo di ricarica, valutandole su cinque categorie: disponibilità di informazioni sulle stazioni, preselezione e filtraggio delle stazioni di ricarica, funzioni dell’applicazione, visualizzazione della disponibilità delle stazioni e possibilità per gli utenti di fornire feedback.

Apertura all’energia verde con le soluzioni di ricarica digitale

Oltre a puntare a raggiungere la neutralità carbonica in Europa entro il 2035, sia in termini di prodotto sia nelle operazioni, Hyundai vuole fornire ai suoi clienti EV energia più pulita. Grazie al fornitore di servizi di mobilità elettrica Digital Charging Solutions GmbH (Dcs), Hyundai ha integrato l’energia verde in Charge myHyundai, diventando uno dei primi Oem a offrire una ricarica pubblica ecologica.

Dcs garantisce che per ogni ricarica effettuata attraverso il suo servizio di ricarica pubblica paneuropeo, una quantità equivalente di energia verde venga reimmessa nella rete elettrica.

Espansione della ricarica ad alta potenza con Ionity

Nel 2020, Hyundai Motor Group è entrata a far parte di Ionity come partner strategico e azionista. Con l’ingresso in questa joint venture, il Gruppo promuove la diffusione della rete di ricarica ad alta potenza lungo le autostrade europee, che attualmente conta più di 2.000 punti di ricarica. In questo modo, i clienti EV hanno accesso alla rete di ricarica ad alta potenza leader in Europa per viaggiare a zero emissioni.

I veicoli elettrici saranno un’opzione completamente verde solo quando l’elettricità che li alimenta sarà al 100% rinnovabile. Tuttavia, se continueranno a funzionare con energia generata principalmente da combustibili fossili mentre il loro numero continua ad aumentare, ciò potrebbe comportare un aumento delle emissioni di gas serra o prolungare la vita dei combustibili fossili. Ecco perché Ionity seleziona solo fornitori che generano elettricità esclusivamente da vento, acqua, sole e biomassa.

LEGGI QUI L’ARTICOLO SUL VEHICLE-TO-GRID

In primo piano

Articoli correlati

Ricarica in 10 minuti? Tra poco potrebbe essere possibile

Ricaricare l’auto elettrica in soli 10 minuti per ora può sembrare un’idea buona per un film di fantascienza, ma presto il tempo necessario per fare il pieno di benzina potrebbe essere lo stesso necessario per caricare completamente un veicolo elettrico! L’International Drivers Association ha esplor...

Daimler Truck e Linde insieme per il rifornimento di idrogeno liquido

Daimler Truck e Linde Engineering presentano sLH2, una tecnologia di rifornimento sviluppata congiuntamente per l’idrogeno liquido sottoraffreddato. Rispetto all’idrogeno gassoso, l’idrogeno liquido sottoraffreddato (sLH2) consente una maggiore densità di stoccaggio, una maggiore autonomia, un rifor...

Accordo Iveco-Hyundai per lo sviluppo di un nuovo van elettrico

Il nuovo veicolo entrerà a far parte della gamma di veicoli commerciali leggeri elettrici di Iveco Group, affiancando dunque il Daily. La nuova Global all-electric Light Commercial Vehicle Platform (eLCV) di Hyundai è una piattaforma globale dedicata agli EV e progettata per veicoli commerciali con ...