Alcuni progetti recenti hanno dimostrato ancora una volta la popolarità dei motori Man in Scandinavia, in particolare quelli destinati ad applicazioni marine e navali, sia per la propulsione che per la produzione di energia elettrica a bordo.

Il primo progetto di cui parliamo riguarda quattro corvette per il rinnovo della flotta denominata ‘Squadron 2020’ in Finlandia. L’ordine, proveniente dalla Marina finlandese, prevede quattro motori per gruppi elettrogeni Man 12V175D-Mel per ogni unità, con una potenza totale di 7.700 chilowatt (1920 chilowatt ciascuno). In totale, si tratta di 16 gruppi elettrogeni.

Con sede a Rauma, nella Finlandia sud-occidentale, la Rauma Marine Constructions si occuperà di realizzare le navi per il succitato progetto ‘Squadron 2020’ tra il 2022 e il 2025. Le prime prove in mare sono previste per il 2024 e tutte le navi dovrebbero essere completate entro il 2028.

man in Scandinavia
Genset MAN 12V175

Man in Scandinavia: verso la riduzione delle emissioni in Norvegia

Spostiamoci in Norvegia. PrimeServ, la divisione after-sales di Man Energy Solutions, ha annunciato la conclusione di un progetto che prevede il retrofit di un sistema Scr su un peschereccio da traino gestito dalla compagnia di navigazione norvegese Ivan Ulsund Rederi.

Come risultato, il Brusøyskjær (questo il nome dell’imbarcazione) gode ora di livelli di NOx ridotti che superano gli standard Imo Tier III, mentre il suo motore principale Man 6L27/38 si caratterizza per un ridotto consumo di combustibile.

PrimeServ fa sapere che fino al 90 percento delle emissioni di NOx del peschereccio possono essere ridotte. Ciò è dovuto principalmente all’efficiente integrazione dell’Scr nel sistema di controllo del motore della nave e al contributo offerto dai sensori adibiti al controllo della temperatura.

man in Scandinavia
Il peschereccio norvegese coinvolto nell’operazione di retrofit rivolta alla riduzione delle emissioni

Alcuni dettagli sul progetto di retrofit

Durante il retrofit, il sistema Scr è stato combinato con un aggiornamento Tier II per il motore, compresa l’introduzione di una modalità di azionamento a frequenza variabile (Variable frequency drive), e un aggiornamento del sistema di controllo remoto Alphatronic 2000 che ridurrà il consumo di carburante di 150.000 litri di Mgo all’anno. PrimeServ riferisce che l’upgrade consentirà un risparmio di oltre 475 tonnellate di CO2 e 45 tonnellate di NOx ogni anno.

In primo piano

Articoli correlati

Deutz inaugura una nuova linea di assemblaggio per motori da 4 a 8 litri

Deutz ha messo in funzione un’ulteriore linea di assemblaggio presso il suo sito di Colonia. La tecnologia di produzione aggiornata utilizzata per la linea di assemblaggio 6 consentirà di costruire grandi motori da 4-8 litri per le serie V4 e 7.8. Anche la produzione completa del motore a idrogeno D...
News

Salone nautico di Venezia 2024

L'edizione 2024 del Salone nautico di Venezia si affaccia sul mare piatto del mercato. Le proposte dei costruttori strizzano l'occhio ai pacchetti ibridi