Già disponibile sui modelli Golf e Golf Variant, il nuovo quattro cilindri micro-ibrido a benzina 1.5 TSI ACT BlueMotion da 130 cavalli sviluppato da Volkswagen si appresta a conquistare la cabina di regia di altri altri modelli della Casa di Wolfsburg.

1.5 TSI ACT BlueMotion

Secondo quanto dichiarato dagli ingegneri Volkswagen, il nuovo quattro cilindri 1.5 TSI ACT BlueMotion vanta un 10 per cento in più di efficienza rispetto al benzina convenzionale, con ovvi vantaggi in termini di consumi.

La gestione attiva dei cilindri e l’eco-coasting

Il nuovo gruppo propulsore risulta particolarmente efficiente nei casi di rilascio e di carichi parziali; in queste situazioni, infatti, il motore disattiva due cilindri (gestione attiva dei cilindri – ACT) o si spegne del tutto (modalità micro-ibrida eco-coasting).

Precisamente, ogni volta che la richiesta di potenza è ridotta, la gestione attiva dei cilindri (ACT) disattiva i due cilindri interni. La funzione opera tra i 1.400 e i 4.000 giri al minuto e a velocità fino a 130 chilometri orari; il guidatore è informato dell’operazione appena percettibile di passaggio da quattro a due cilindri tramite il display di bordo.

1.5 TSI ACT BlueMotion

Quando è associato al cambio automatico a doppia frizione DSG a 7 rapporti, il 1.5 TSI ACT BlueMotion raggiunge un ulteriore livello di efficienza componendo un sistema micro-ibrido. Non appena il guidatore rilascia l’acceleratore per via di una discesa o per decelerare leggermente, la centralina spegne il TSI e lo disaccoppia dalla trasmissione; in questo modo il motore non genera resistenza e l’energia cinetica del veicolo è ottimizzata.

Il ciclo di combustione Miller TSI e la turbina VTG

In aggiunta alla disattivazione dei cilindri e allo spegnimento del motore, un’ulteriore vantaggio competitivo del 1.5 TSI ACT BlueMotion è garantito dal nuovo ciclo di combustione Miller TSI. Questo implica l’uso di un controllo della distribuzione ottimizzato (chiusura anticipata delle valvole di aspirazione) in combinazione con un rapporto di compressione più elevato e con la sovralimentazione tramite turbina.

Poiché nel ciclo Miller TSI le valvole di aspirazione sono aperte per tempi più brevi, i cilindri devono essere riempiti con la carica a una pressione maggiore. Per farlo, Volkswagen ha allestito sul nuovo 1.5 TSI ACT BlueMotion una turbina a geometria variabile (VTG) derivata da motori a benzina di auto sportive ad alte prestazioni.

1.5 TSI ACT BlueMotion

Nel prossimo futuro, Volkswagen lancerà ulteriori derivazioni del 1.5 TSI ACT BlueMotion sui mercati globali. Meno cilindri, minori cilindrate e potenze più elevate sono tutti sviluppi possibili. In più, i motoristi hanno progettato questa unità lasciando spazio a ibridazioni mild, full e plug-in, oltre alla possibilità dell’alimentazione a gas metano.

In primo piano

Le scelte sostenibili di AS Labruna

In occasione del Metstrade a novembre, abbiamo fatto una chiacchierata con Massimo Labruna, Ceo di AS Labruna, sui nuovi prodotti, allargando poi il discorso alle scelte che l’azienda ha intrapreso in direzione di una sempre maggiore sostenibilità.

Benvenuta, POWERTRAIN!

DIESEL cambia nome: da gennaio si chiamerà POWERTRAIN. Ciò non significa cancellare la parola diesel dalla nostra agenda e dalle nostre priorità, ma rispecchia la volontà della rivista (e del sito) di accompagnare i lettori nell’affascinante fase a cui stiamo assistendo, quella della transizione ene...

Articoli correlati

Fpt Industrial fornirà pacchi batteria a Iveco Bus

Fpt Industrial fornirà fino a 500 pacchi batteria ad alte prestazioni alla consociata Iveco Bus per equipaggiare la sua flotta di autobus urbani articolati da 18 m completamente elettrici E-Way da consegnare in Belgio, a seguito di un accordo quadro firmato di recente con l’impresa di trasporto pubb...