13 litri per la bellezza di mille cavalli di potenza, che diventano 1.350 se accoppiato alla tecnologia Ips. Destinazione? Yacht della stazza fino a 36 metri (120 piedi). Volvo Penta ha messo in campo una pietra miliare nella sua biografia aziendale: il D13-1000 è il motore marino più potente mai uscito, finora, dagli stabilimenti della casa svedese. Il lancio è avvenuto in Australia in occasione del Sydney International Boat Show di inizio agosto.

 motore marino engine volvo penta d13-1000Volvo Penta all’assalto del mercato dei grandi yacht

Con lo svelamento del D13-1000 è evidente come Volvo Penta stia dando l’assalto al mercato dei grandi yacht. Un settore in cui l’azienda può far frutto dell’esperienza accumulata con Amer Yachts, concretizzatasi in particolare nel lancio dell’Amer 100, la più grande imbarcazione con tecnologia Ips finora calata in acqua, che verrà a giorni scavalcata dalla Amer 110, ‘armata’ di un quartetto di Ips 1200, durante la presentazione ufficiale al Salone di Cannes. Per portare a compimento il progetto del 13 litri da mille cavalli, Volvo Penta ha rivisto in maniera sostanziale il progetto del 13 litri, arricchendolo con nuovi pistoni, iniettori ad alta efficienza e un sistema di raffreddamento migliorato. Il risultato è un 11 per cento di potenza in più rispetto ai motori precedentemente messi a listino dalla casa svedese. «Il fatto di avere realizzato il nostro motore più potente è estremamente eccitante» afferma Johan Wästeräng, vice presidente di Volvo Penta relativamente al product management in ambito marino da diporto. «Si tratta di una vera pietra miliare per la nostra gamma di motori marini, e ci permette di compiere un grande passo all’interno del mercato dei grandi yacht». Il product manager Björn Rönnvall aggiunge che «abbiamo riscontrato una forte domanda per una maggior affidabilità dei grandi yacht, dal momento che il capitano deve poter guidare la barca secondo i desideri del possessore. Il basso regime di coppia garantisce massima manovrabilità a velocità non elevate, e la configurazione compatta consente di lasciare libero più spazio a bordo».

motore marino engine volvo penta d13-1000

L’Ips non conosce rivali

La versione Ips (acronimo per Inboard Performance System) risponde al nome di D13-Ips1350 e combina il nuovo propulsore con un sistema Ips aggiornato in modo da poter gestire le alte performance del nuovo D13. In questa configurazione, il rinnovato 13 litri di Volvo Penta è in grado di alzare ulteriormente l’asticella della cavalleria, raggiungendo una potenza equivalente a 1.350 cavalli (992 chilowatt). La tecnologia, che nel mondo del diporto gode di una grande popolarità, consente di aumentare la velocità di punta e ridurre consumi ed emissioni, oltre che vibrazioni e livello di rumorosità. Il D13-Ips1350 è stato testato su uno yacht da 20 metri (68 piedi) e, spiegano da Volvo Penta, le sue performance, confrontate con quelle di un 1.360 cavalli (1.000 kW tondi tondi) realizzato da un competitor, hanno mostrato migliori accelerazione e velocità massima, minori vibrazioni e rumore. Il motore Volvo Penta ha usato il 36 per cento di carburante in meno rispetto al competitor. Una caratteristica che «contestualizzata, consente di navigare da Cannes alle isole Baleari senza doversi fermare a fare rifornimento in Spagna», così Rönnvall.

motore marino engine volvo penta d13-1000

In primo piano

Articoli correlati

Salone nautico di Venezia 2024

L'edizione 2024 del Salone nautico di Venezia si affaccia sul mare piatto del mercato. Le proposte dei costruttori strizzano l'occhio ai pacchetti ibridi