Arbos Serie 7000 con motore Fpt a 6 cilindri

Arbos ha recentemente presentato la full-line di trattori e attrezzature: protagonista della scena è la Serie 7000. Il coprotagonista porta invece il marchio di Fpt Industrial e stiamo parlando del motore Stage V che alimenta i trattori di nuovo conio.

La Serie 7000, infatti, è composta da tre modelli (Arbos 7220, Arbos 7240 e Arbos 7260), tutti equipaggiati con motori a 6 cilindri di Fpt. Stiamo parlando, in particolare, di motori N67 Stage V con una cilindrata di 6.800 centimetri cubi, in grado di fornire una potenza massima di 191 kW (che può arrivare fino a 206 kW in overpower) a 1.900 giri al minuto ed una coppia massima di 1.100 Nm a 1.400 giri al minuto. La particolarità dell’N67 è il sistema di post-trattamento HI-eSCR2 di Fpt Industrial, pensato apposta per soddisfare gli standard sulle emissioni Stage V.

arbos serie 7000

La trasmissione Advanced+ è caratterizzata da 5 marce accoppiate a un cambio powershift a 4 rapporti (denominato ‘implement powershift’), con riduttore a 3 gamme e inversore powershuttle elettroidraulico per un totale di 60 marce avanti e 15 retromarce.

FPT INDUSTRIAL E LA BIENNALE DI VENEZIA

Presenti anche il ponte sospeso Carraro e la cabina HI-Vision Maxi

L’impianto idraulico è a centro chiuso con pompa load sensing a pistoni da 160 litri al minuto di portata. Secondo quanto riportato sulla scheda tecnica, la capacità massima del sollevatore posteriore è di 11.500 chili. L’assale anteriore è disponibile sia fisso sia sospeso. Quest’ultimo è fornito da Carraro Drivetech ed è caratterizzato da sospensioni idrauliche indipendenti con schema a quadrilatero sui mozzi.

L’ampia cabina HI-Vision Maxi offre un buon livello di comfort, ergonomia e visibilità. Dal sedile a sospensione pneumatica l’operatore può controllare tutti i comandi del trattore, dall’inversore sotto il volante, alla confortevole leva marce, fino alle funzioni idrauliche ed elettroniche, racchiuse nel bracciolo multifunzione. Tutte le operazioni possono essere visualizzate dall’interfaccia di bordo, predisposta per integrare anche le funzioni della tecnologia Isobus e precision farming.

CINA, TRATTORI, EUROPA, FPT? VALE ANCHE PER MANCEL

In primo piano

Le scelte sostenibili di AS Labruna

In occasione del Metstrade a novembre, abbiamo fatto una chiacchierata con Massimo Labruna, Ceo di AS Labruna, sui nuovi prodotti, allargando poi il discorso alle scelte che l’azienda ha intrapreso in direzione di una sempre maggiore sostenibilità.

Benvenuta, POWERTRAIN!

DIESEL cambia nome: da gennaio si chiamerà POWERTRAIN. Ciò non significa cancellare la parola diesel dalla nostra agenda e dalle nostre priorità, ma rispecchia la volontà della rivista (e del sito) di accompagnare i lettori nell’affascinante fase a cui stiamo assistendo, quella della transizione ene...

Articoli correlati