Ata Tow Tractors approda in Germania con il 9500, un vero e proprio ‘mulo’ da traino per rimorchi fino a 150 tonnellate, la sigla identifica la massa massima in ordine di marcia, espressa in chilogrammi. Trasmissione T12000 di Dana con convertitore di coppia, quattro ruote motrici e sterzanti, sistema elettronico di riallineamento e sedile Grammer. Lo vedete qui alle prese con una bobina di 40 tonnellate. La destinazione è Mannheim, presso un’azienda produttrice di cavi elettrici sottomarini.

Ata 9500: GM o Kubota?

In cabina di regia, nello sbalzo anteriore, alla ‘cuspide’ della cabina Deluxe, c’è un tre litri a gpl, relativamente inusuale nel Bel Paese, il General Motors 3.0 L, scelto in ragione del regime di rotazione, che avvicina la curva specifica a quella di un motore diesel. L’alimentazione è dovuta all’auto-sussistenza da parte dell’azienda tedesca, che gestisce in situ lo stoccaggio del gas. A proposito di motore diesel, non dovrete aspettare molto per rivedere questo mezzo sulle pagine di DIESEL nella versione aggiornata con il Kubota V3307 Di-T-E3, 55,4 chilowatt a 2.600 giri, omologato Stage IIIA-Tier 4 Interim.

A Modena dicono di lui…

Il commento del’Ing. Carlo Gualdi, direttamente dal  quartier generale Ata di Modena. «Siamo usciti sul mercato con un macchinario da traino su gomma di rimorchi con massa fino a 150 Ton…con un filo di gas. Il neonato modello Made in Modena, 9500 il suo nome di battesimo, nasce infatti equipaggiato con il “collaudatissimo” motore americano GM 3.0L alimentato a gpl da 54 kW. Abbiamo tuttavia imposto come linea guida primaria di progettazione la possibilità di allestire lo stesso macchinario con motorizzazioni Kubota; in questo caso il plurale è d’obbligo giacchè la collaborazione con il ramo italiano del colosso giapponese ci ha portati alla possibilità di equipaggiare il mezzo sia con motori Kubota diesel della serie V3307 da 55 kW che, in futuro, con motori ad accensione comandata WG2503. Per i mercati extra UE rimane inoltre la possibilità di equipaggiare la stessa macchina anche con il “sempreverde di Sua Maestà” Perkins 1104D-44T da 74kW.
Robustezza, stabilità, affidabilità, ottima ergonomia degli spazi interni ma soprattutto estrema versatilità circa la disponibilità delle motorizzazioni: è la flessibilità tipica dello stivale tricolore nel rendere il prodotto estremamente concorrenziale anche nei confronti di veri e propri colossi internazionali.
Ma se il buongiorno si vede dal mattino, il futuro appare roseo: sono già numerose le prenotazioni di commessa.»

 

Le affinità di Ata con il gpl e con Kubota non sono cosa nuova. Su DIESEL di Aprile 2016 è uscito un articolo su un locomotore per il traino, denominato Leprotto, attrezzato con motoruote Poclain e motorizzato proprio da Kubota, con il DF972, che attinge al serbatoio del gpl, un’alternativa che riscuote consenso tra le applicazioni indoor. Ata è leader nei trattori per carrelli in aree industriali e aeroportuali. Qui sotto un video che ritrae il 9500 in azione.

[fusion_builder_container hundred_percent=”yes” overflow=”visible”][fusion_builder_row][fusion_builder_column type=”1_1″ background_position=”left top” background_color=”” border_size=”” border_color=”” border_style=”solid” spacing=”yes” background_image=”” background_repeat=”no-repeat” padding=”” margin_top=”0px” margin_bottom=”0px” class=”” id=”” animation_type=”” animation_speed=”0.3″ animation_direction=”left” hide_on_mobile=”no” center_content=”no” min_height=”none”]

[/fusion_builder_column][/fusion_builder_row][/fusion_builder_container]

In primo piano

Le scelte sostenibili di AS Labruna

In occasione del Metstrade a novembre, abbiamo fatto una chiacchierata con Massimo Labruna, Ceo di AS Labruna, sui nuovi prodotti, allargando poi il discorso alle scelte che l’azienda ha intrapreso in direzione di una sempre maggiore sostenibilità.

Benvenuta, POWERTRAIN!

DIESEL cambia nome: da gennaio si chiamerà POWERTRAIN. Ciò non significa cancellare la parola diesel dalla nostra agenda e dalle nostre priorità, ma rispecchia la volontà della rivista (e del sito) di accompagnare i lettori nell’affascinante fase a cui stiamo assistendo, quella della transizione ene...

Articoli correlati

Re Willem-Alexander inaugura il nuovo impianto di batterie Eleo a Helmond

Il re Willem-Alexander dei Paesi Bassi ha tenuto la cerimonia di apertura del nuovo impianto di batterie di Eleo a Helmond. Di fronte a più di 250 ospiti presso l’Automotive Campus di Helmond, il re ha utilizzato un escavatore elettrico per svelare il primo modulo batteria prodotto dallo stabiliment...
News