cat 7.1

Sul palco di Miami vanno in scena i big delle propulsioni marine. Che lo Yachts Miami Beach show sia un appuntamento chiave per il settore non è una novità, e l’edizione 2017 si è confermata ricca di novità e “prime” assolute. Come quella di Caterpillar, che ha messo in campo il Cat C7.1 e il C8.7. Non è stata da meno Fpt Industrial, che ha messo sul piatto il Nef N67 570 e il Cursor C90 650. Volvo Penta, dal canto suo, ha mostrato le punte diamante della nuova gamma a benzina siglata V8: i modelli da 380 e 430 cavalli. Ma andiamo con ordine.

Caterpillar, il C7.1 si fa in tre

Il C7.1 di Caterpillar (nella foto in alto) è disponibile in tre versioni: da 507 mhp (373 bkW), 456 mhp (336 bkW) e 406 mhp (298 bkW), tutte potenze erogate a 2.900 giri. Si tratta di dispositivi pensati per spingere imbarcazioni piccole e da diporto di dimensioni nel range tra 25 e 60 piedi. Rispettano i rigidi requisiti dell’Epa Tier 3. Il C8.7, grazie a un sofisticato sistema di erogazione del carburante, può essere accompagnato da un compressore a cinghia in aggiunta al turbocompressore tradizionale. Il risultato? Consumi e coppia al top. La potenza può toccare la soglia di 650 mhp a 2.300 giri.

Fpt va di potenza

32120853493_1cefbfbc80_h

Fpt coi due modelli presentati in Florida solleva l’asticella della qualità per quanto riguarda la nautica da diporto. Il Nef N67 570 è un sei cilindri in linea da 6,7 litri. Quattro valvole per cilindro e common rail di ultima generazione completano l’identikit del propulsore. La potenza massima è di 570 cavalli a 3mila giri, mentre la coppia può toccare i 1.518 Nm a 2mila giri. Per dare qualche altro dato, queste le specifiche fornite dalla casa: rapporto potenza-peso di 1,14 kg/hp, rapporto potenza-capacità di 85 hp per litro e rapporto volume-potenza di 1,31 dm3/cv. Il motore ha dimostrato quanto vale piazzandosi ai vertici di gare come il Round Britain del 2008 e la Cowes – Turquay – Cowes del 2010. Il Cursor C90 650 è anch’esso un sei cilindri in linea da, però, 8,7 litri. Il sistema di trattamento dell’aria è dotato di un turbocompressore a geometria fissa raffreddato ad acqua, con una valvola a saracinesca per lo scarico e intercooler. Una soluzione che consente al motore di toccare una potenza massima di 650 cavalli a 2.530 giri, con una coppia di 2.150 Nm a 1.700 giri. Ridotti i consumi: 228,5 g/kwh.

Volvo Penta mette in mostra i “grandi”

V8-430 forward - 6793

I modelli di punta della serie V8 di Volvo Penta chiudono il cerchio dei pezzi grossi transitati sulla ribalta di Miami. In questo caso il combustibile è la benzina, sui policilindro recessiva rispetto al diesel per coppia nominale ma efficace per emissioni all’elica e rumore. Interamente in alluminio per abbassare il più possibile il rapporto potenza-peso, storicamente il vulnus dei marinizzati svedesi, i motori, da 380 e 430 cavalli, prevedono iniezione diretta e sensori di ossigeno a banda larga volti ad ottimizzare le prestazioni del motore variando la qualità del carburante, oltre a ridurre le emissioni di monossido del 95 per cento.

In primo piano

Articoli correlati

Salone nautico di Venezia 2024

L'edizione 2024 del Salone nautico di Venezia si affaccia sul mare piatto del mercato. Le proposte dei costruttori strizzano l'occhio ai pacchetti ibridi