Carraro-HSC

Un super riduttore idrostatico in grado di rivoluzionare il settore. L’Hsc di Drivetech, costola di Carraro, è stato tra le primizie battezzate all’Eima. L’unità, costituita da un motore idraulico con ingranaggi e frizione di innesto e disinnesto, è capace di offrire un avanzamento “stepless” da zero a 300 metri all’ora, e può essere montato aftermarket tanto sui trattori Agritalia quanto sugli specializzati carenati Massey Ferguson, John Deere e Claas.

Il progetto del componente è stato studiato ad hoc per consentirne l’installazione direttamente al posto della scatola di presa del moto 4RM. L’interfaccia con l’utente è costituita da un pulsante di attivazione, una spia luminosa di attivazione e un joystick di comando dedicato, che agisce su una valvola di tipo proporzionale che regola la portata di olio al motore idraulico dell’Hsc.

 

In primo piano

Le scelte sostenibili di AS Labruna

In occasione del Metstrade a novembre, abbiamo fatto una chiacchierata con Massimo Labruna, Ceo di AS Labruna, sui nuovi prodotti, allargando poi il discorso alle scelte che l’azienda ha intrapreso in direzione di una sempre maggiore sostenibilità.

Benvenuta, POWERTRAIN!

DIESEL cambia nome: da gennaio si chiamerà POWERTRAIN. Ciò non significa cancellare la parola diesel dalla nostra agenda e dalle nostre priorità, ma rispecchia la volontà della rivista (e del sito) di accompagnare i lettori nell’affascinante fase a cui stiamo assistendo, quella della transizione ene...

Articoli correlati