Quelli di Reinova una ne pensano e cento ne fanno e con Sattelo hanno concepito un centro di competenza nel campo della gestione termica per le automobili a trazione elettrica.

Sicurezza a autonomia nelle corde di Sattelo e Reinova

L’obiettivo dell’accordo concluso prevede, attraverso questo polo, di sviluppare componenti e la gestione termica del motore, andando ad aumentare l’efficienza del veicolo e l’ottimizzazione delle prestazioni, riducendo i costi e perfezionando la produzione. Il sistema di gestione termica del veicolo, per applicazione automotive, è un sistema complesso che fornisce condizionamento della temperatura ai principali sottosistemi del veicolo, con l’obiettivo di massimizzare l’autonomia di guida e garantire la sicurezza della batteria. La nascita del Team Reinova & Sattelo rappresenta un altro passo avanti nel concetto di economia circolare delle due aziende, che prevede di spingere i veicoli elettrici sulla base di soluzioni convenienti. Dice Giuseppe Corcione, l’amministratore delegato di Reinova: «Abbiamo iniziato questa attività nel 2021 con un importante investimento per la gestione termica del veicolo. Ora è arrivato il momento di combinare simulazione e test e unire le forze con Sattelo».

In sintonia con l’Unione Europea

L’Ue punta sull’economia circolare con l’approvazione di un nuovo quadro normativo per le batterie e la propulsione sostenibile. Tra le altre misure, la legislazione definisce livelli minimi di materiali recuperati dalle batterie di scarto, con l’obiettivo per il litio fissato al 50% entro il 2027, che salirà all’80% nel 2031. Gli obiettivi per il cobalto, il rame, il piombo e il nichel sono stati tutti fissati al 90% entro il 2027, per salire al 95% entro il 2031. Dopo varie discussioni iniziate diversi anni fa, l’adozione di queste regole sta definendo un decisivo passo verso la sostenibilità dei veicoli elettrici. «Sulla base di questa nuova legislazione e come risultato della continua ottimizzazione della trasmissione EV e dell’efficienza della batteria, affronteremo un aumento della densità energetica innescando uno sviluppo mirato sui componenti, i sistemi e il controllo della gestione termica del veicolo», conclude Corcione.

Il modello di collaborazione Reinova & Sattelo prevede un sinergia per cui le due aziende lavoreranno e si rapporteranno con i clienti come se si trattasse di una società unica, grazie alla condivisione strategica delle risorse, del know-how e delle infrastrutture. Entrambe le società possiedono diversi anni di esperienza sviluppata in progetti di Vehicle thermal management systems (Vtms) derivante da diversi progetti eseguiti per clienti Oem e Tier. 

In primo piano

Scania e Tuxedo Yachting House: il fascino del V8

Plasmare uno scafo di alluminio è un’operazione tutt’altro che banale. Eppure conferisce unicità, sostenibilità in termini di processo, di taglio delle spese parassite e di riciclabilità dei materiali. Ce l’ha spiegato Francesco Ceccarelli, managing director di Tuxedo, che ci ha raccontato anche la ...

Articoli correlati