Secondo l’Acea, European Automobile Manufacturers’ Association, nel 2021 il 68,8% di tutti i nuovi autobus immatricolati nell’Unione Europea era alimentato a diesel. Gli autobus a ricarica elettrica hanno registrato una forte crescita, con il risultato che la loro quota di mercato è aumentata dal 6,1% nel 2020 al 10,6%. I carburanti alternativi alimentano il 10,5% di tutti i nuovi autobus venduti, mentre i veicoli elettrici ibridi rappresentano il 10,1% del mercato. Insieme, tutti i veicoli ad alimentazione alternativa rappresentano il 31,2% del mercato degli autobus dell’UE nel 2021.

Autobus diesel e benzina secondo l’Acea

L’anno scorso, la domanda di autobus diesel nell’UE è diminuita del 2,9% a 19.895 unità, con una quota di mercato del diesel che è scesa dal 73,2% nel 2020 al 68,8% nel 2021. Dei quattro principali mercati dell’UE, solo l’Italia ha registrato un aumento (+7,9%) nelle vendite di diesel. La Spagna ha registrato un calo a doppia cifra (-19,8%), seguita da Germania (-8,5%) e Francia (-2,4%) con diminuzioni più contenute. In tutta l’Unione Europea, nel 2021 è stato venduto un solo autobus a benzina.

Veicoli ad alimentazione alternativa (APV) 

Nel 2021 le immatricolazioni di nuovi autobus a ricarica elettrica (ECV) nell’UE hanno registrato una forte crescita (+78,7%), contando 3.064 unità e detenendo una quota di mercato del 10,6%. La Francia è stato il mercato leader per gli autobus elettrici con 622 unità vendute (+247,5%), seguita da Germania (613 unità; +57,6%) e Danimarca (224 unità; +3,633%). Mentre i Paesi Bassi erano ancora il più grande mercato di autobus elettrici dell’UE nel 2020, le vendite olandesi sono diminuite del 57,6% lo scorso anno. Francia e Germania insieme rappresentavano il 40,3% di tutti gli autobus elettrici venduti nell’UE nel 2021.

I veicoli elettrici ibridi (HEV) rappresentavano il 10,1% del mercato degli autobus dell’UE lo scorso anno. Le vendite di autobus ibridi sono cresciute del 10,0% nel 2021 per raggiungere un totale di 2.926 nuovi autobus. La Germania ha rappresentato quasi la metà delle vendite ibride totali con 1.405 unità registrate durante l’anno.

10.5% of new medium and heavy buses in the EU ran on alternative fuels3 in 2021, nearly all of them powered by natural gas. Registrations of new alternative-fuel buses in the European Union declined by 2.3% to 3,033 units last year. France saw a significant increase in sales of buses running on alternative fuels (+61.3%), while both Spain and Italy posted negative growth (-42.6% and -15.2% respectively). 

Nel 2021 il 10,5% dei nuovi autobus medi e pesanti nell’UE funzionava con combustibili alternativi, quasi tutti alimentati a gas naturale. Le immatricolazioni di nuovi autobus a carburante alternativo nell’Unione Europea sono diminuite del 2,3% a 3.033 unità lo scorso anno. La Francia ha registrato un aumento significativo delle vendite di autobus alimentati a combustibili alternativi (+61,3%), mentre sia la Spagna che l’Italia hanno registrato una crescita negativa (rispettivamente -42,6% e -15,2%).

In primo piano

Articoli correlati

Cummins e Isuzu presentano il motore da 6,7 litri per autocarri medi

Cummins e Isuzu Motors Limited stanno lanciando un nuovo motore da 6,7 litri sviluppato congiuntamente dalle due società, progettato per l’uso nella nuova gamma di autocarri medi di Isuzu. L’Isuzu DB6A – questo il suo nome – alimenterà le applicazioni per autocarri su strada costruite per il mercato...