Il Cursor 9 farà capolino su autobus realizzati da Zhongtong Bus Holding per il mercato di Hong Kong. Si tratta del primo autobus intercity Euro VI per il mercato dell’ex dominio britannico.

Cursor e il Far East

Zhongtong Bus Holding ha adottato per il suo interurbano il Cursor 9, dal punto di vista manufatturiero made in China, in grado di sviluppare 294 chilowatt a 2.200 giri, per una coppia massima che tocca i 1.700 Newtonmetro a 1200 giri. Il motore è  rispettoso delle normative Euro VI Step nei passaggi A e C. Le soluzioni per comprimere in maniera drastica le emissioni nella affollata metropoli marinara dallo stile di vita british le conosciamo: pur essendo originariamente refrattario alla rigenerazione, il sistema Hi-eScr si adegua al filtro antiparticolato e utilizza una modalità di rigenerazione passiva. L’allungamento degli intervalli di tempo per i cambio olio e per la manutenzione del filtro sono tra i pregi del 9 litri, caratterizzato dall’assenza dell’egr e dall’uso di un robusto turbocompressore. Come anticipato, anche qui, come sull’intera famiglia Cursor al post trattamento dei gas di scarico provvede l’Hi-eScr, sviluppata e raffinata ad Arbon. Secondo le stime di Fpt Industrial questo pacchetto di post-trattamento riconverte la struttura degli ossidi di azoto fino a rarefare le emissioni di NOX nella misura del 95 per cento.

Il gigante cinese dell’autobus

Un motore collaudato, insomma, che ora si presta a nascondersi sotto il cofano di un veicolo realizzato da Zhongtong Bus, un’azienda forte di 40 anni di storia alle spalle e di una posizione di leadership nel mercato cinese dell’autobus (4mila i dipendenti, 1.450.000 i metri quadri dello stabilimento produttivo). In listino figurano 13 serie di autobus divisi in ben 260 modelli appartenenti a tutti i segmenti: da quelli per il trasporto pubblico ai granturismo, dagli scuolabus ai luxury bus.

La formula Hi-eScr e la famiglia Cursor continuano a fare proseliti nel Far East dove, tra gli altri, hanno fatto breccia nel cuore di Zyle Daewoo Bus, con il Cursor 11,  e in quello di Tata Daewoo, con il Cursor nelle cubature da 9, 11 e 13 litri, oltre al 6,7 litri della famiglia Nef.

Da segnalare anche l’accordo di fornitura di 180 Cursor 8 Cng all’azienda di trasporti pubblici  di Pechino.

 

In primo piano

Articoli correlati

I primi 50 anni di Scania in Italia

La sua storia in Italia inizia negli anni Settanta quando Armando Rangoni, riconoscendo nel marchio Scania un grande valore, fonda la società indipendente “Italscandia Autocarri S.p.A.”, ottenendo il mandato per l’importazione dei prodotti della Casa svedese.